Cerca

Punti salvi con l'autovelox se non c'è il vigile

Una sentenza della Cassazione stabilisce che se il trasgressore non comunica le generalità è valida solo la multa

Punti salvi con l'autovelox se non c'è il vigile
Se venite colti in flagrante dall’autovelox o mentre passate con il rosso, niente paura per i vostri punti sulla patente. Basta che non siate fermati dalla polizia stradale. È infatti da considerare nulla la decurtazione di punti nel caso di mancata comunicazione da parte del proprietario dell’auto del nome di chi si trovava alla guida al momento dell’infrazione. Lo sancisce la Cassazione con la sentenza 16276 del 12 luglio 2010. Al pronunciamento si è giunti da un ricorso di un proprietario di un’auto che aveva subito la penalizzazione nonostante non avesse presentato – entro i trenta giorni previsti dalla legge - le generalità del trasgressore. In quel caso la pratica era di attribuire la colpa al proprietario del mezzo, invece ora le cose cambiano. Sconfitto davanti al giudice di pace di Roma, l'uomo l’ha avuta vinta di fronte alla Suprema corte: annullata l’ordinanza che toglie i punti dalla patente perché "contraria ai principi di ragionevolezza". Vittoria a metà: la sanzione pecuniaria però resta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellac

    14 Luglio 2010 - 10:10

    Finalmente una sentenza intelligente !

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    13 Luglio 2010 - 20:08

    io quando sfreccio a 240 all'ora con la mia Ferrari Gt non vedo un cacchio!

    Report

    Rispondi

  • delusodasilvio41

    13 Luglio 2010 - 17:05

    La solita legge fatta con i piedi, si può applicare solo a metà!

    Report

    Rispondi

  • delusodasilvio41

    13 Luglio 2010 - 17:05

    La solita legge fatta con i piedi, si può applicare solo a metà!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog