Cerca

L'esercito delle auto blu costa ogni anno 4 miliardi di euro

I dati nel rapporto Formez. Incidono gli stipendi dei 60 mila autisti. Brunetta: "Possiamo dimezzare le spese"

L'esercito delle auto blu costa ogni anno 4 miliardi di euro
Quattro miliardi di euro all’anno. Il doppio di quanto stanziato per il bonus alle famiglie nel pacchetto anti-crisi, quasi il quadruplo degli interventi per la tutela degli ammortizzatori sociali, tanto quanto sarebbe necessario per decuplicare le famigerate social-card.
Ecco quanto costa allo Stato italiano l’esercito delle auto blu, la marea motorizzata di 90 mila unità in uso a politici, amministratori e dirigenti.

Rapporto Formez – I dati emergono dal secondo monitoraggio condotto dal Formez su indicazione del ministro della Pubblica amministrazione e innovazione, Renato Brunetta, il quale da alcuni mesi si sta occupando di uno dei simboli della “casta”.
Rispetto al primo rapporto, sono confermati i numeri delle auto blu in Italia: tra le 85 e le 95 mila, di cui 7-10mila auto blu-blu (di rappresentanza politico istituzionale a disposizione di autorità e alte cariche dello Stato), 18-20mila auto blu (cioè quelle con autista a disposizioni di dirigenti) e 60-65mila auto grigie (senza autista).

Costi – Il dato nuovo, però, è quello riguardante gli euro destinati a tale voce di bilancio: 4 miliardi di euro all’anno tondi tondi.
Nel dettaglio, il costo medio di un’auto blu-blu (quelle dei politici) raggiunge i 142 mila euro l’anno, mentre la spesa per un’auto blu e quelle grigie è rispettivamente di 92 e 18 mila euro. Oltre alle assicurazioni, al carburante e alle spese varie, a incidere su questo preventivo da paura è il costo del personale, pari al 75% del totale (ossia 3 miliardi).

Brunetta – "Questa è la prima stima seria condotta sulle auto blu italiane. Secondo me si può arrivare a spendere la metà. Sessantamila autisti su 3 milioni e mezzo di dipendenti pubblici sono troppi. In molti casi si tratta di personale assunto con altre mansioni che io vorrei si dedicasse a produrre beni e servizi. Anche perché un’auto a noleggio, equivalente a un’auto blu-blu, costerebbe 95mila euro, con un risparmio di 55mila euro. La strada da seguire è questa".
Tagli secchi, quindi?
"Non ho un’ottica distruttiva. Le auto blu servono, non devono venir meno, ma tutto può avvenire in maniera razionale e risparmiare un sacco di soldi".
In attesa di uno studio approfondito su chi usufruisce del mezzo personale, accontentiamoci di questa prima presa di coscienza del problema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    16 Luglio 2010 - 16:04

    Ho scritto sbagliando, 30000 Euro mensili, invece intendevo annuali, altrimenti arrivavamo ad una spesa stratosferica, anche se enorme lo è già lo stesso.

    Report

    Rispondi

  • Joe1957

    16 Luglio 2010 - 15:03

    Ho letto bene ? 18-20'000 autisti che costano 3Mld di Euro ? 150'000 euro a testa all'anno ? 8'000 euro a testa netti al mese ? Roba da sceicchi arabi ! Invece che le Auto Blu dovrebbero darvi 20 anni di galera per "Associazione a Delinquere" finalizzata ai danni verso i cittadini". Ma dov'è la Magistratura ? Cosa sta facendo ? Ancora dietro alla Daddario ? O a Vallettopoli ? O a Corona ?

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    16 Luglio 2010 - 12:12

    è da tempo immemorabile che si parla degli sprechi per le auto blu,grigie , ma finora solo parole al vento per farsi bello dal ciarlatano di turno. Basta e si passi alla vendita delle auto non strettamente necessarie, anzi si provveda a dotare le auto in sevizio di una targa speciale da rilasciare ai richidenti da una speciale autority. Governo, parlamento ,regioni , province , comuni ed enti pubblici dovranno dotarsi di tale targa /immatricolazione speciale.

    Report

    Rispondi

  • giornali

    16 Luglio 2010 - 00:12

    Presidente della Repubblica, Premier, Presidenti delle regioni, Ministri + chi è sotto scorta perché ha ricevuto minacce. E BASTA!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog