Cerca

Posiziona una webcam nel solarium e pubblica le foto delle donne nude sul Web

Un 30enne di Catania riprendeva le ragazze mentre si toglievano il costume. E inviava le immagini a un sito erotico statunitense

Posiziona una webcam nel solarium e pubblica le foto delle donne nude sul Web
Aveva sistemato una piccola webcam sotto il pavimento dello spogliatoio del Solarium comunale del lungomare di Catania e inviato le immagini di donne nude a un sito Internet statunitense, dai contenuti erotici, per partecipare al concorso "Operazione sottoveste. Siamo tutti agenti segreti e ora siamo in azione".

Il protagonista dell'assurda vicenda è un 30enne di Catania che è stato identificato dagli uomini della Polizia postale del compartimento della Sicilia orientale, denunciato per "trattamento illecito di dati personali". Le indagini erano state avviate dagli agenti a seguito della denuncia di una ragazza che, navigando sul Web, aveva visto, per puro caso, alcune sue foto, tutte scattate mentre si svestiva per indossare il costume da bagno nello spogliatoio del Solarium di Catania, in piazza Europa.

Gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Angelo Busacca, hanno scoperto che l'operazione continuava ormai da diversi anni. Il 30enne, infatti, aveva già inviato centinaia e centinaia di foto di donne nude, tutte riprese dal basso, al sito Internet, intitolandole "Solarium". E la sezione del sito con le immagini incriminate e acquisite illecitamente è stata sequestrata. L'indagato ha ammesso la responsabilità della pubblicazione delle foto.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • th66

    24 Luglio 2010 - 11:11

    Ma mandate questa gente a lavorare! Ai lavori forzati!!! Non fanno nulla tutto il giorno ed e' per questo che poi si mettono a fare tutte queste ca*!!!

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    17 Luglio 2010 - 14:02

    Michelangelo la immortalò nelle sue forme meravigliose e a maggior ragione affinchè anche Dio ne fosse contento, addolcì la forma umana maschile quasi simile al femminile. Ma il furto libido di una donna che si sveste,lo ritengo un reato grave quanto una rapina perchè è una rapina.

    Report

    Rispondi