Cerca

Il sindaco caccia i gay che si appartano sul Piave: "Sono malati"

In Veneto, Riccardo Missiato (eletto con lista civica appoggiata dal Pd) spiega "dobbiamo recuperare certi valori e la nostra morale"

Il sindaco caccia i gay che si appartano sul Piave: "Sono malati"
"I gay sono malati e deviati, hanno bisogno di aiuto psicologico”. Riccardo Missiato, sindaco di Spresiano, paesino del trevigiano, lancia la sua campagna contro gli omosessuali, stanco di veder transitare nella sua cittadina il via vai di gay che si danno appuntamento sul ciglio del Piave, divenuto ritrovo della comunità grazie all’ampia pubblicità su internet. Allora da domani fino al 22 settembre tutte le forze dell’ordine saranno coinvolte in un servizio di sicurezza per identificare gay, lucciole e transessuali che appannano la decenza pubblica del comune della provincia di Treviso.

Non è una trovata dei leghisti, come verrebbe da pensare di primo acchito. L’iniziativa parte da un primo cittadino sorretto da una lista civica trasversale di centrosinistra (appoggiata dal Pd), che ha ricevuto centinaia di segnalazioni da parte degli abitanti: “I gay li hanno visti sul Piave, sulla Pontebbana e nei parchi pubblici”, commenta il sindaco. “Dire che queste pratiche sono vergognose è poco, siamo al degrado morale. E i gay non devono invadere la libertà altrui: sono stato a verificare, li ho visti che si appartavano. Ma controlleremo anche i tanti trans che prendono in subaffitto gli appartamenti per prostituirsi. Dobbiamo recuperare certi valori e la nostra morale”. Una questione di decoro locale. "Questa non è la prostituzione femminile – continua Missiato – questa è maschile e non può passare inosservata: il Piave ha anche un valore simbolico, c'è un monumento degli artiglieri circondato da preservativi, guanti, salviette". Situazione intollerabile per la giunta, nonostante non si ravvisino reati.  Ma il sindaco ha la soluzione per bloccare il crocevia: "Transenneremo la zona, contestando divieti di sosta e atti osceni”.

Vota il sondaggio sulla homepage di Libero


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ale71

    24 Luglio 2010 - 16:04

    martello carlo, quanta ignoranza in una persona sola....da vergognarsi di essere veneti e italiani. troppo comodo prendersela coi gay, se tu fossi davvero uomo te la prenderesti per ben altre cose, non per i gay che non creano problemi a nessuno. cosa nascondi dietro a tanto disprezzo? con tutti i problemi di Spresiano e dintorni, tu inveisci contro i gay? ti ricordo che i gay sono gente normalissima che lavora e paga le tasse forse anche più onestamente di te che fai tanto il moralista,e molti di quei gay sono quelli che ti assistono e ti curano quando vai in ospedale,dove quelli come te finiscono magari per malattie sessualmente trasmissibili prese andando con qualche signorina in bella mostra sulle strade di Spresiano. visto che dai tuoi discorsi la prostituzione femminile non solo non è perseguibile, ma addirittura incoraggiabile..complimenti, tu sì che sei un vero uomo. ma vergognati, sono quelli come a disonorare il Piave e il suo valore,altrochè i gay

    Report

    Rispondi

  • Ale71

    24 Luglio 2010 - 15:03

    maurizio1960,quando vedo commenti come i tuoi mi vergogno di essere veneto.quelli senza attributi sono quelli come te che criticano tanto i gay e poi sono i primi a fare certe porcate, scientificamente dimostrato. i "culattoni", come li chiami tu da vero maschione(?) sono gente normalissima che lavora e paga le tasse forse anche più onestamente di te che fai tanto il moralista,e molti di quei gay sono quelli che ti assistono e ti curano quando vai in ospedale,dove quelli come te finiscono magari per malattie sessualmente trasmissibili prese andando con qualche signorina in bella mostra sulle strade di Spresiano. vergogna, sono quelli come a disonorare il Piave e il suo valore.Lamentati per motivi davvero validi, come lo schifo lungo il Piave e in paese,che di certo non è colpa dei gay.Scandalizzati per i pacchetti di sigarette e le bottiglie di plastica per terra,scandalizzati per sindaci rubasoldi che dovrebbero risolvere ben altro..e impara il rispetto per gli altri tu per primo

    Report

    Rispondi

  • vancanoby

    22 Luglio 2010 - 17:05

    Concordo con Scrappy, ed aggiungo che avete la stessa incoerenza di questo sindaco, che questa mattina si e' preoccupato in tutta fretta di smentire quello che il giorno prima ha dichiarato! l'Intelligenza e' un bene prezioso, ma vi sono persone, che non ne hanno riguardo, e poi si vedono i risultati!!! ..che figuraccia sindaco! che figuraccia.!!

    Report

    Rispondi

  • Scrappy

    22 Luglio 2010 - 17:05

    mi sa che noi liberali italiani , siamo molto più evoluti e scndinavizzati di quello che tu e il tuo circolo di nostalgici pensa. qui su libero hanno fatto un sondaggio e a differenza di quello che affermi ,hanno vinto quelli che pensano che il decoro riguarda tutti etero e omo... ora anche tu dirai come il tuo leader (anche lui in calo) che sono stati i comunisti...invece no ,sono persone di destra che credono nella democrazia e nella convivenza civile, proprio come i nord europei, ma a sto punto anche i sud americani e i centro europeei....tu e i tuoi amici del bar, resterete in compagnia con gli integralisti seminatori di odio e parte della chiesa , quella ipocrita e maschilista. sei obsoleto e u povero di spirito, auguri per una crescita individuale e sociale

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog