Cerca

Torino, uccide patrigno e ferisce il fratello

Forse il raptus è nato dalle continue liti in casa per la chiusura dell'attività di famiglia e la mancanza di un posto di lavoro

Torino, uccide patrigno e ferisce il fratello
Colto da un raptus ha accoltellato il patrigno e il fratello mentre erano a tavola. Il primo è morto, mentre il secondo, ricoverato d'urgenza in ospedale di Ivrea, è grave. La brutta vicenda è avvenuta a Valperga, nel torinese ieri sera al culmine di un litigio. Patrigno, Stefano Alberione, 70 anni ex convivente della madre morta nel 2002, e due fratelli, Davide Mezzo di 43 anni e Paolo Mezzo di 37, vivevano tutti e tre insieme.

Forse le continue liti in casa, perché Paolo si è ritrovato a chiudere il negozio e per non aver trovato ancora un nuovo lavoro, han fatto scattare il folle gesto. Così ieri sera ha impugnato un coltello da pane e ha ferito a morte Alberione, perforandogli un polmone. Poi ha aggredito anche il fratello, colpito con più fendenti all’addome. I vicini, sentendo le urla, hanno chiamato il 118. I medici hanno poi dato l’allarme ai carabinieri che hanno fermato Paolo Mezzo, ora rinchiuso nel carcere di Ivrea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog