Cerca

Immigrati in Toscana, la Consulta respinge il ricorso del Governo

La legge regionale su accoglienza e integrazione degli stranieri prevede servizi socio-sanitari anche per i clandestini

Immigrati in Toscana, la Consulta respinge il ricorso del Governo
Resta in vigore la legge della Toscana in materia di accoglienza e integrazione degli stranieri. Lo ha deciso la Corte Costituzionale respingendo il ricorso presentato dal Governo, in quanto inammissibile e infondato. Il testo, che prevede tra l'altro servizi socio-sanitari anche per gli immigrati non regolari, è stato approvato dal Consiglio regionale il 9 giungo del 2009 con una forte opposizione del Pdl. E alla fine dello scorso luglio il premier Silvio Berlusconi aveva impugnato la legge per una presunta illegittimità costituzionale relativa ad alcuni articoli.

In una nota, il presidente della Regione Enrico Rossi e l'assessore al welfare Salvatore Allocca hanno commentato: "La legge toscana sui diritti ai cittadini immigrati è una legge all'avanguardia e in perfetta linea con quanto prescritto dalla Costituzione della Repubblicana italiana" e la sentenza della Corte costituzionale "è una vittoria della ragione e della civiltà".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    17 Dicembre 2010 - 20:08

    Farsi un serbatoio di voti islamici,questo il piano segreto delle Giunte rosse della Toscana,per continuare a ''regnare ''in questa Regione .

    Report

    Rispondi

  • BERTY

    24 Luglio 2010 - 22:10

    Legge all'avanguardia per prender per i fondelli chi lavora, paga le tasse, ma non ha nessun dirtto. Gente rossocomunista che non ha mai lavorato,si trova con soldi in mano e li spreca pur di contrarire il governo, legittimamente messo a governare. Berlusconi, con i comunisti e con i giudici di parte, ha una bella gatta da pelare, ma noi siamo fiduciosi!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • BERTY

    24 Luglio 2010 - 21:09

    Vergogna, e poi i comuni dicono che non hanno soldi. Questa regione supercomunista, può permettersi questo spreco? Gli ammalati italiani che hanno bisogno, dopo aver lavorato una vita, si metteranno in fila dopo di loro. Vergogna. Vergogna. Speriamo nel federalismo, W BOSSI W BERLUSCONI.

    Report

    Rispondi

  • mab

    24 Luglio 2010 - 18:06

    vergogna!!!!! in Italia abbiamo un'infinità di malati terminali abbandonati a se stessi perchè le associazioni di volontariato non hanno sufficienti risorse per affrontare il dramma e questi signori pensano agli extracomunitari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog