Cerca

Al via il primo esodo estivo

Milioni di italiani in viaggio per raggiungere le mete delle vacanze. Traffico intenso

Al via il primo esodo estivo
Italiani in vacanza – Scatta oggi il primo grande esodo estivo sulle autostrade e sulle strade italiane: quella di questo sabato è la prima delle due giornate di partenze per raggiungerei luoghi di villeggiatura, in cui il traffico si prevede intensissimo. La seconda tornata da allerta è quella del 7 e 8 agosto, ma traffico intenso è previsto anche per il fine settimana di ferragosto e per quello del 21-22 agosto, quando ci sarà chi parte per le vacanze, ma inizierà anche la fila di chi torna a casa.

Già dalle prime ore di questa mattina il traffico era intenso ed è prevista una intensificazione nel corso della mattinata con flussi da “bollino nero”. Questa la situazione prevista, almeno, fino alle 14 anche se la situazione è destinata a rimanere tale per tutta la giornata.

Code sulla A4 – Circa 12 chilometri di code, che nella notte hanno toccato anche i 25 chilometri, si sono infatti formate alla barriera di Trieste - Lisert in direzione verso le zone turistiche lungo la costa di Slovenia e Croazia. Fino ad ora non si sono rilevati incidenti particolari. Autovie Venete, concessionaria della A4, per decongestionare il traffico, ha liberalizzato i caselli autostradali per mezz'ora alle 4 e mezza e quindi alle 6 e un quarto di stamani. Le code, così, si sono ridotte, anche se il flusso veicolare non ha mai avuto soste.

Il traffico rimane intenso anche in queste ore sulle strade e sulle altre autostrade del Friuli Venezia Giulia verso le spiagge di Lignano e Grado e verso l’Austria. La Polizia stradale, però, non segnala particolari code né allo svincolo di Palmanova (Udine), dove la A 23 si immette nella A 4, né all’uscita di Latisana verso le spiagge di Lignano Sabbiadoro (Udine) e Bibione (Venezia).

Per domani, domenica primo agosto Autovie Venete prevede ancora traffico intenso in entrambe le direzioni sulla A 4 Venezia - Trieste con ulteriori intensificazioni in uscita alla barriera di Trieste Lisert e ai caselli di Latisana, San Stino di Livenza e San Donà di Piave, soprattutto in mattinata, per gli spostamenti locali verso le principali località turistiche. Durante la prima serata intensificazione del traffico con rallentamenti in uscita alla barriera Trieste - Lisert e in direzione dei principali centri del Friuli Venezia Giulia e del Veneto.

Previsioni rispettate anche sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria, dove dalle 4 di mattina sono aumentati i flussi di circolazione verso sud, raggiungendo il picco di 3.200 veicoli nell’area salernitana intorno alle ore 7. La sala operativa dell’Anas di Cosenza, che sta costantemente monitorando la circolazione sull'intero tracciato della A3, segnala traffico regolare sull'intera autostrada e circolazione in aumento in carreggiata sud nell’area campana per i flussi provenienti dalla A3 Napoli-Salerno e dal Raccordo Avellino-Salerno. Qualche rallentamento solo in avvicinamento ai   cantieri tra gli svincoli di Altilia-Grimaldi e Falerna in direzione sud, nel tratto calabrese, e tra Padula e Lagonegro nord. Forte affollament, invece, nelle aree di servizio di Sala Consilina Ovest e Galdo Ovest. I tempi di attesa per gli imbarchi verso la Sicilia sono nella norma.

Martedì 3 e mercoledì 4 agosto, dalle ore 22 alle ore 6, sull'A12 Genova-Sestri Levante sarà chiuso il tratto compreso tra Sestri Levante e Lavagna, in direzione Genova, per l’installazione di barriere fonoassorbenti. Sarà chiusa anche l’Area di Servizio Riviera nord. In alternativa si consiglia di percorrere l’Aurelia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    02 Agosto 2010 - 14:02

    C'è ancora il prestito d'onore per chi vuole andare al mare? E perché nessun cronista dice quante auto arrivano sotto Roma? Eppure non sono poche. Soldi dal governo, soldi dall'Europa, soldi dai turisti, soldi dalle leggi. Soldi in nero, ovviamente. Ma sempre spesi male.

    Report

    Rispondi

  • ilgiustiziere

    01 Agosto 2010 - 08:08

    che l'unico commento che c'era poteva essere così. La cris c'è, solo che la gente vuol evadere dai problemi quotidiani e lo fa così. Andando al mare riducendo i giorni di permanenza, dove costa meno, in last minute, dando fondo ai risparmi di 6 mesi, chiedendo un prestito. di sicuro i reddito fisso la crisi la sentono, gli altri,qualcuno si e molti altri oer finta, per soliderietà.

    Report

    Rispondi

  • degrel0

    31 Luglio 2010 - 13:01

    ...che la crisi c'è!

    Report

    Rispondi

blog