Cerca

Taranto, l'Asl non aggiorna i registri: 4mila morti ancora in cura

La truffa scoperta dalla Guardia di Finanza. I casi risalgono al periodo 2004-2008

Taranto, l'Asl non aggiorna i registri: 4mila morti ancora in cura
Sono 4mila i pazienti fantasma dell'Asl di Taranto scovati dalle Fiamme Gialle, che da 6 anni continuavano a gravare sul bilancio pubblico pur essendo morti. La lugubre e imbarazzante scoperta è emersa da un'indagine in materia di spesa sanitaria della guardia di Finanza a Taranto.
I finanzieri, comparando i dati delle anagrafi comunali (il registro dei morti) con quelli dell'anagrafe assistiti della locale Asl, hanno scoperto che negli anni dal 2004 al 2008 circa quattromila assistiti deceduti non erano stati segnalati all'azienda sanitaria locale. Risultato? La Regione Puglia continuava a pagare ai medici di base il corrispettivo dovuto per il paziente in cura, nonostante il "paziente" fosse deceduto.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    08 Agosto 2010 - 10:10

    vista la situazione della sanità pugliese, il cielo ce ne scampi.....

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    08 Agosto 2010 - 00:12

    Vorrei anche io essere ottimista , ma con questi marpioni che ci ritroviamo intorno parlare di federalismo è come ballare il tango, un passo avanti e due indietro, poi una giravolta a destra e una a sinistra per finire col caschè. E OLE' il federalismo è servito, tiè polentone, continua a pagare e tasi là. Io mi convinco sempre più che solo la secessione ci salverà, il federalismo se si farà, al che comincio ad avere dei dubbi seri, sarà svuotato di ogni serio e valido contenuto, pieno zeppo di compromessi come la nostra "amata e sacra" costituzione, annacquato come vedi succede con tutte le leggi più importanti, ha ragione il Berlusca quando dice che entra un cavallo ed esce un ippopotamo. Io ero un estimatore di Miglio, i più giovani non lo ricorderanno, egli propugnava un Italia composta da tre macroregioni sulla falsariga dei cantoni Svizzeri, Nord Centro e Sud, la cosa più semplice e naturale, invece che tante menate di regioni in lizza le une contro le altre con contorno di autonomia solo per talune privilegiate. Io ho ormai una certa età, per cui non so se vedrò mai un'Italia così, spero però che i giovani raccolgano i frutti che nasceranno dai semi gettati dalla Lega, già molti al nord cominciano a capire , anche se i poteri forti, compreso il Vaticano e soprattutto i politicanti sudisti forti dei voti dei locali, faranno di tutto per fermare le riforme, ma le idee quando diventano patrimonio comune, non si possono più fermare.

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    07 Agosto 2010 - 11:11

    Noto con vero piacere che in questi ultimi periodi la Guardia di Finanza sta dando ottimi risultati. Un plauso ed un grazie per il loro lavoro ed uno stimolo per continuare a farlo con profesisonalità e competenza, sono persone capaci e meritano davvero tutta la nostra stima. Grazie per gli italiani onesti.

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    07 Agosto 2010 - 09:09

    Vedola e' con loro colluso, come fa' un governatore di regione, non essere a conoscenza o non venire informato da qualcuno che sicuramente e' al corrente, di tutto questo verminaio. Proprio loro , i culattoni, che si riferiscono anche le piu' sceme baggianate e le chiacchere da lavandaie, volete che non sapessero di questo?? Dai, che checca e' ??Lo sapeva di sicuro e come ha detto qualcuno li avra' anche fatti votare per lui. Cacciarlo via no????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog