Cerca

Bambino di due anni azzanato dal rottweiler del nonno

Ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Foggia. Il padre aveva mentito parlando di tre cani randagi

Bambino di due anni azzanato dal rottweiler del nonno
Un bimbo di 2 anni è stato aggredito e ferito gravemente dal rottweiler del nonno in una campagna in località Torre Bianca, alla periferia di Foggia.
L'aggressione è avvenuta venerdì mattina, quando padre e figlio stavano passeggiando: dalle prime riscostruzioni pare che il cane di famiglia, per motivi ancora da chiarire, sia saltato alla gola del bambino.
Immediatamente trasferito presso gli Ospedali riuniti di Foggia è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione dopo aver subito un intervento chirurgico, ma le sue condizioni restano gravi.

Difficile ricostruire la dinamica
, anche perché il padre del bimbo, a sua volta con diverse ferite non profonde,  ha fornito una prima versione falsa che sarebbe stata smentita dalla squadra Mobile di Foggia. Inizialmente, infatti, l'uomo aveva parlato di tre cani randagi che si erano avventati su suo figlio, senza menzionare il rottweiler di famiglia. Il cane, intanto, è stato preso in consegna dal personale della Asl di Foggia, che al termine degli accertamenti e delle analisi di profilassi, dovrà decidere sul da farsi.
Del resto scaricare la colpa sul fenomeno del randagismo è fin troppo facile in una regione come la Puglia che ha, secondo i dati del ministero della Salute, circa 70 mila cani randagi.

L'episodio pugliese ha riportato in auge il tema dei cani dall'indole violenta (e dei padroni inadeguati). A Genova, infatti, si è registrato un fattaccio incredibile.
Durante un controllo
organizzato in seguito ad un esposto dei vicini di casa, il padrone di un appartamento ha scagliato il suo pitbull contro i due agenti. Prima che il compagno freddasse l'animale, uno dei due poliziotti è rimasto ferito al volto e trasferito al pronto soccorso dell'ospedale Galliera. Il padrone, invece, è stato immediatamente arrestato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Joe1957

    09 Agosto 2010 - 15:03

    Certo è che leggendo la cronoca quotidiana, il vostro Rottweiler è di sicuro meno pericoloso di un pugile ukraino o di un maresciallo dei carabinieri. Ma comunque io non lascerei mai mio figlio solo con un cane di quella stazza. Un animale, per quanto possa sembrare equilibrato, resta un animale, soggetto a comportamenti istintivi e quindi pericoloso. Lo è anche l'uomo, ma solo quando da UOMO diventa ANIMALE.

    Report

    Rispondi

  • tatix

    09 Agosto 2010 - 12:12

    ciao a tutti io ho una rottweiler di 4 anni ed è vero che sono cani dal carattere forte e imprevedibili ma se vengono tirati su con la testa e non per avere una specie di macchina da guerra ti sanno regalare gioie come un altro cane. purtroppo la stupidità è sempre dell'uomo che da poca importanza alle potenzialità del proprio cane. la cosa più stupida da fare con questi tipi di cani e con tutte le razze che purtroppo hanno già un'istinto alla guardia è aumentare la loro "sete di sangue" con addestramenti violenti. il padre del bambino però dovrebbe preoccuparsi di più del figlio che del cane con tutto il bene che si possa volere al proprio cane.

    Report

    Rispondi

  • semovente

    08 Agosto 2010 - 16:04

    vai a quel paese, la responsabilità è solo ed esclusivamente di quella specie vivente che viene chiamata uomo e che si crede uguale al Padreterno.

    Report

    Rispondi

  • semovente

    08 Agosto 2010 - 16:04

    QUELO CHE MI DA FASTIDIO E' IL FATTO CHE SIANO STATI SUBITO ACCUSATI I CANI RANDAGI. QUELLO SCONSIDERATO GENITORE AVREBBE DOVUTO SUBITO ASSUMERSI LE SUE RESPONSABILITA' UNITAMENTE AL SUOCERO / GENITORE (?) PROPRIETARIO DEL CANE (SUO MALGRADO MALE EDUCATO).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog