Cerca

Palermo, è morta la gemellina di 10 mesi travolta sulle strisce da un'auto

La piccola si è spenta durante l'intervento chirurgico alla testa. Il fratellino è grave ma se la caverà

Palermo, è morta la gemellina di 10 mesi travolta sulle strisce da un'auto
Purtroppo non ce l'ha fatta la bambina palermitana di dieci mesi investita questa mattina da un'auto mentre, spinta dal nonno, stava attraversando la strada a bordo del passeggino. Greta Longo, questo il nome della creatura di appena 10 mesi, è deceduta durante l'intervento chirurgico d'urgenza alla testa a cui era stata sottoposta all'ospedale Civico della città. Le sue condizioni, del resto, erano apparse immediatamente disperate.
Non è in pericolo di vita, invece, i
l fratellino gemello, Samuele: ricoverato nel reparto di neonatologia, le lesioni dell'infante sono comunque gravi.

L'incidente era avvenuto
via Generale Streva a Palermo. Il nonno Pietro Falcone, 64 anni, e la zia Aurora Falcone, 32, stavano attraversando la strada spingendo il passeggino con i due gemelli.
A travolgerli una
Opel Meriva che, al termine di una carambola con una Peugeot 206 all'incrocio tra le vie Generale Streva e Maggiore Toselli, ha falciato gli sfortunati passanti.
Trasportati tutti all'ospedale civico di Palermo, il nonno Pietro Falcone, 64 anni, e la zia Aurora Falcone, 32, non sono in condizioni gravi, anche se l'uomo dovrà andare sotto i ferri per la frattura della mandibola. Nessun problema nemmeno per il conducente della Opel, Walter Gregorio, 31 anni, e nemmeno per Angelo Ferrante, 43 anni, il conducente della Peugeot uscito illeso dall'incidente.
Come detto, invece, ad avere la peggio sono stati i due bimbi nel passeggino. Purtroppo la bambina non ce l'ha fatta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emilioq

    12 Agosto 2010 - 07:07

    Nei paesi civili vige la PENA DI MORTE e, in questi casi, questa pena sarebbe l'unica applicabile. VERGOGNAMOCI!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • giuliab09

    11 Agosto 2010 - 22:10

    un destino maledetto...

    Report

    Rispondi

  • forza palermo

    11 Agosto 2010 - 21:09

    A volte l'essere umano non capisce che la sua leggerenza e/o negligenza può essere teatro di dolore per qualcun'altro. Non riesco ad immaginare il dolore della famiglia Falcone in Longo, che per fato (leggerezza e negligenza) dei conducenti delle 2 vetture hanno perso una figlia o nipotina di appena pochi mesi. Nell'affidare la piccola GRETA al nostro Signore Gesù, spero tanto che il piccolo SAMUELE si salvi senza nessuna conseguenza.

    Report

    Rispondi

  • claudioF

    11 Agosto 2010 - 19:07

    .........................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog