Cerca

Picchia il figlio di 7 mesi e lo riduce in fin di vita. In cella la madre

Il piccolo ricoverato in rianimazione. La donna da mesi si sfogava sul corpo del bimbo dopo i litigi con il compagno

Picchia il figlio di 7 mesi e lo riduce in fin di vita. In cella la madre
Una madre di Gioia del Colle (Bari) di 28 anni, dalle origini brasiliane con cittadinanza italiana, è stata fermata con l’accusa di maltrattamenti aggravati dalle lesioni gravissime nei confronti del figlioletto di 7 mesi. Le percosse continuavano da due mesi. Sfogava sul bimbo la rabbia per le litigate con il suo compagno, padre del piccolo, un artigiano di 35 anni con precedenti penali per furto. Cieca violenza, che ha causato l’11 agosto lesioni talmente gravi da spingere il padre a portare il bambino in ospedale, che ora si trova nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico di Bari, il Papa Giovanni XXIII

Lesioni multiple cutanee dovute a morsi, e numerose ecchimosi non potevano essere state causate da un'occasionale caduta, così come sostenuto dalla donna. Per questo motivo i medici hanno chiesto l'intervento degli agenti della sezione specializzata per i reati in danno dei minori della squadra mobile di Bari che hanno portato i due genitori in Questura per sottoporli a interrogatori. La donna ha ceduto, scagionando il padre, sotto la pressione delle domande del pm, e spiegando che la violenza era lo sfogo dei litigi con il compagno. Per la madre è stato predisposto il fermo, mentre continuano le indagini per capire come mai il padre e i parenti non si siano accorti dei maltrattamenti. Il bimbo è stato affidato ai sanitari dell’ospedale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudioF

    14 Agosto 2010 - 11:11

    Basta con ste pseudonne che magari ottengono anche l'affidamento del figlio ai danni del padre!

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    14 Agosto 2010 - 08:08

    Questa immondizia con due gambe non merita di vivere! Perfino gli animali ci insegnano che le madri si sacrificano per salvare la vita ai propri cuccioli e noi invece abbiamo esempi talmente schifosi da augurarsi solo il ripristino in tempi brevi della pena di morte, alla faccia di tanti ipocriti benpensanti!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog