Cerca

Ammazzato edicolante nel napoletano

Tre spari all'apertura. Il movente potrebbe essere una lita scoppiata ieri fra l'esercente e un uomo

Ammazzato edicolante nel napoletano
Antonio Coppola, 40 anni, edicolante, è stato ucciso a Casoria, nel napoletano, mentre si accingeva al suo lavoro. Il fatto è accaduto intorno alle 7 di questa mattina in via Pietro Nenni. L’uomo, che ha una segnalazione nel 1994 per porto abusivo d’armi, è stato colpito da 3 colpi sparati da una pistola calibro 9 al volto. La moglie ha sentito gli spari, e poi ha soccorso il marito ormai deceduto. Secondo le prime indagini dei carabinieri, il movente della rapina sarebbe da escludersi, perché all’apertura un’edicola non dispone di molto denaro e anche per le modalità dell’omicidio. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, che indagano sulla morte di Antonio Coppola, ci sarebbe la voce di un possibile litigio avvenuto ieri tra l'edicolante e un uomo che, al termine della colluttazione, lo avrebbe minacciato di morte. Alcuni testimoni, che hanno  ascoltato la conversazione tra i due, lo avrebbero riferito ai carabinieri.

Il diverbio - Un uomo aveva rubato dell'uva, ieri, in una campagna di proprietà di un conoscente, che si trova proprio di fronte alla sua edicola, e Antonio Coppola si era limitato a redarguirlo. Sarebbe questo il diverbio di cui ha riferito ai carabinieri la moglie dell'edicolante. Gli inquirenti non tralasciano alcuna ipotesi sul movente di chi ha voluto farlo fuori. La lite resta dunque una delle piste su cui indagano i militari della compagnia locale, ma non è affatto l'unica: si scava in queste ore nel passato e negli ultimi mesi di vita della vittima, per capire chi potrebbe aver voluto ucciderlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog