Cerca

Facebook, ricatti e sesso: in manette un attore di Latina

Adescava le vittime sul Web,filmava gli incontri e chiedeva denaro in cambio del silenzio

Facebook, ricatti e sesso: in manette un attore di Latina
Prima chiedeva l'amicizia in Facebook, poi seguiva l'incontro passionale, corredato da filmino hard, e, infine, come ultimo step, la richiesta di denaro in cambio del silenzio. Un ricatto in piena regola quello attuato da Mario Agnoletti, 41enne, attore di Sabaudia, in provincia di Latina, che si serviva del social network più in voga del momento per i suoi "sporchi giochi".

Dopo aver conquistato le amiche sul Web estorceva loro ingenti somme di denaro per non riferire il tradimento ai rispettivi mariti. E' questo quanto accaduto a una vicentina che aveva conosciuto, circa 6 mesi fa, Agnoletti in Facebook, iniziando con lui una relazione clandestina. La donna era sposata con un noto imprenditore e, per non dare nell'occhio, si incontrava con l'attore in vari alberghi di Roma, acconsentendo di farsi filmare durante il rapporto sessuale. Agnoletti avrebbe dunque chiesto all'amante 1.000 euro, minacciandola, se non glieli avesse consegnati, di divulgare senza scrupolo le immagini su Internet, facendole anche recapitare al marito. La vittima ha pagato e soddisfatto alcune necessità dell'attore- una batteria dell'automobile, un orologio e del vestiario- e si sarebbe, infine, rivolta ai Carabinieri.

Le forze dell'ordine hanno arrestato Agnoletti. Nella sua abitazione sono stati sequestrati anche migliaia e migliaia di filmati che l'uomo realizzava durante i suoi rapporti sessuali con centinaia di donne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giulia.novelli

    27 Agosto 2010 - 20:08

    tutti i maschilisti difensori di questo ricattatore non sono altro che dei poveri cornuti che al leggere la notizia sentono un po' di senso di rivalsa ; ) un po' come quando sviluppano l'idolatria per quelli che fanno con le belle escort che loro non potranno mai permettersi: )

    Report

    Rispondi

  • schnee

    23 Agosto 2010 - 11:11

    Vorrei ricordare che le signore (o presunte tali), a casa con il marito che lavorava per mantenerle belle, perfette ed efficienti, hanno scelto di loro spontanea volontà di entrare in contatto con questo bipede...Nessuna coercizione o pistola puntata. Volevano sesso,consapevoli che comunque qualcosa di male facevano.Non mi spingo alle solite fregnacce, all'insegna del "chi non ha mai peccato,scagli la prima pietra", ognuno guardi ai suoi giardini. Dico solo che i maritini si trovano oggi delle belle corna addosso e che le signore nel frattempo mantenevano una sana ed invidiabile forma per palestra da letto.Punto.Che poi questo sia un poveraccio,non ci piove, ma se parliamo di reato,allora vadano punite per legge anche le signore.

    Report

    Rispondi

  • lucy

    22 Agosto 2010 - 18:06

    attenti alle vs SIGNORE!.... ih ih ih !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • LaZanzara

    22 Agosto 2010 - 16:04

    Dopo aver letto i commenti precedenti ho avuto la conferma di com'è e cosa pensa l'italiano medio che vota Berlusconi e legge Libero. Maschilista, porco, finto moralista ma in verità senza nessuna morale... ci meritiamo chi ci governa purtroppo. Avete ridotto questo povero Paese a uno schifo. Povera Patria... davvero!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog