Cerca

Trovata disidratata sul pavimento di casa. Anziana muore all'ospedale

Colta da un malore, Maria Bonizzoni è rimasta per tre giorni agonizzante nella sua casa di Piombino dove viveva sola

Trovata disidratata sul pavimento di casa. Anziana muore all'ospedale
Ennesimo dramma della solitudine questo pomeriggio a Piombino. Un’anziana signora di 80 anni, infatti, è morta all’ospedale toscano dopo che ieri era stata trovata dai Vigili del Fuoco fortemente disidratata sul pavimento di casa sua.

Vedova e senza figli, Maria Bonizzoni non aveva legami famigliari su cui fare affidamento. I rapporti più assidui erano con i suoi vicini di casa. E sono stati proprio loro ad allertare nella serata di ieri le forze di Polizia, preoccupati dal fatto che non vedevano da alcuni giorni l’anziana uscire di casa.
I carabinieri sono intervenuti sul posto e hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco per sfondare la porta. Una volta entrati gli agenti hanno trovato la donna distesa sul pavimento, probabilmente colta da un malore che l’avrebbe colta circa tre giorni prima.
Ricoverata immediatamente all’ospedale in un preoccupante stato di disidratazione, l’anziana non ce l’ha fatta. È deceduta questo pomeriggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nonae

    27 Agosto 2010 - 15:03

    Condivido appieno il commento n. 1. Io praticavo volontariato istituzionale, ma, dopo aver aperto gli occhi sul giro di finanziamenti erogati e mal spesi (ero nel Direttivo), ho riflettuto a lungo ed ho deciso di compiere azioni quotidiane di interessamento e di aiuto concreti per un'anziana di 83 anni, quasi dimenticata anche dai figli viventi e che conosco bene. La chiamo al telefono, o passo a salutarla tutti i giorni; le porto piccoli doni, da lei desiderati, con continuità; le faccio la spesa, se me lo chiede (non può uscire sola); mi fermo a volte a conversare; ecc. Insomma mi comporto con lei, come se fosse una familiare (nel piccolo e come posso). Svolgo una professione, pure impegnativa ed ho una figlia adulta, che vive altrove. TUTTI dovremmo avere più rispetto ed attenzione per chi NON riesce ad essere autonomo, per l'età. Lo Stato investe poco e male, tanto per mantenere il posto di lavoro ad altri.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    25 Agosto 2010 - 21:09

    Sono mesi che oramai vivo da solo e così tanti altri miei concittadini in età avanzata come quella dello scrivente e nessuno,dico nessuno a cominciare da qualche parente rimasto, si prende la briga di suonarti alla porta di casa per venire a vedere come stai e se hai bisogno di aiuto.La badante,non puoi poterla assumere in quanto la pensione che percepisci non ti permette dei averla.Lo Stato, i Comuni preferiscono spendere molti euro per i pensionati o case famiglia ma,non hanno mai pensato che se ti danno 50 euro al giorno,loro risparmierebbero molti denari e il pensionato con 1.500 euro al mese potrebbe avere una badante valida rimanendo a casa sua. Tutti parlano di aiuti ai pensionati che hanno superato gli anni settanta e ottanta ma, questi parlano tanto per farsi belli con le parole ma, nei fatti sono peggiori di tutti gli altri. Signori miei, se non lo avete provato,non potete capire di che si tratta; la notte ti svegli e guardando il soffitto i pensieri ti rosicano la mente

    Report

    Rispondi

blog