Cerca

Pallanuotista medaglia d'oro arrestato per violenze sulla moglie

Francesco Porzi, ora nel carcere di Poggioreale, ha picchiato con calci e pugni la compagna anche davanti ai figli minori

Pallanuotista medaglia d'oro arrestato per violenze sulla moglie
È stato arrestato per aver picchiato la moglie. Lui pallanuotista e medaglia d’oro alle Olimpiadi nonché vincitore di una coppa del mondo, ma marito violento. Gli agenti del Commissariato San Ferdinando di Napoli hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali gravi Francesco Porzio, di 44 anni, già campione sportivo e ora imprenditore del settore. Ieri l’ultimo episodio di violenza nei confronti della compagna 41enne: ha picchiato la moglie mentre aveva in braccio il figlioletto di due anni. Sembra che questa non sia la prima volta che Porzio ha usato violenza sulla consorte.

Ai poliziotti, riferisce la Questura, giunti nell’abitazione del campione in via Posillipo, la vittima ha raccontato di aver ricevuto calci e pugni in pieno volto nonostante avesse in braccio il figlioletto di appena due anni che, soltanto grazie alla prontezza dei fratelli, è solamente caduto. La donna ha spiegato agli agenti di subire, da diversi anni, abusi dal marito e molto spesso ciò avveniva per futili motivi. Comportamenti violenti e aggressivi che si perpetravano anche in presenza dei figli minori.

La donna, in passato, ha tentato più volte di uscire dallo stato di soggezione psicologica e dalle continue vessazioni denunciando l’uomo però la paura e il timore della sua reazione, la protezione nei confronti dei figli e anche la vergogna le avevano  impedito di proseguire vie legali.

Ieri, però la situazione è diventata più insostenibile del solito quando ha capito che il marito le aveva addirittura tranciato il cavo del telefono per impedire la comunicazione con le autorità. Così lei si è barricata in camera da letto ma è riuscita lo stesso a chiedere aiuto alla Polizia. Per le lesioni subite, è stato necessario richiedere l’intervento del 118. I sanitari le hanno, infatti, diagnosticato una prognosi di 20 giorni per contusioni multiple in tutto il corpo. Il campione, invece, è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RANMA

    28 Agosto 2010 - 10:10

    ALE sei simpaticissimo o simpaticissima,non so se sei maschio o femmina, ma so che sei intelligente e forte,nel senso mentale. Mi piace come scrivi sei pieno di ironia e humor molto più dei tanti blogger che girano in rete. Però io credo che tu non sia italiano ecco perchè scrivi in modo un pò buffo, e lo dico con grande simpatia per te. Continua così...a presto.

    Report

    Rispondi

  • nonae

    28 Agosto 2010 - 09:09

    Un altro caso di maltrattamenti domestici, molto più diffusi di quanto si creda. NON è facile sfuggirne, se non si ha l'autonomia economica e l'appoggio di almeno una persona. Lo dico per esperienza personale, devastante. DA SOLE NON SE NE ESCE. Ben vengano il "Telefono rosa" ed altre associazioni di aiuto. Le leggi sono evolute sulla carta, ma è difficile anche SOLTANTO ottenere giustizia, senza tralasciare l'omertà di chi vede, sa, tace e NON testimonia. Al primo episodio di violenza, l'uomo dovrebbe essere obbligato ad una psicoterapia di gruppo (vedi USA) ed, in caso di recidiva, arrestato e condannato. Si tratta di un problema sociale da arginare, recuperando il possibile. La donna purtroppo è penalizzata SEMPRE in questi casi, ancor più se ci sono figli. Tutta la mia solidarietà alla vittima ed una riflessione: uomini capaci e "normali" , che massacrano le donne. Perchè?

    Report

    Rispondi

  • kat

    27 Agosto 2010 - 19:07

    scaricare le proprie frustrazioni su chi è più debole

    Report

    Rispondi

  • alexpuzer

    27 Agosto 2010 - 19:07

    anto ma io non ho studiato davero ma cerco di esprimermi come posso.ma so da che parte strare.non penso che peroperi sia dalla parte di questi delinquenti dicciamo che a preso un abbaglio um po grande.saluti properi mi piace come srivi ma questa volta bo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog