Cerca

Sarah Scazzi, continuano le ricerche

Gli investigatori ritengono plausibile che la 15enne sia stata avvicinata da un'auto su cui è salita. Il padre: "Temiamo il peggio"

Sarah Scazzi, continuano le ricerche
Per il settimo giorno consecutivo sono iniziate le ricerche della 15enen Sarah Scazzi scomparsa ad Avetrana nel primo pomeriggio del 26 agosto scorso. I militari dell’Arma anche oggi ascolteranno i testimoni e perlustreranno campagna, vecchie cave di tufo, canali e casolari della zona in cerca di ogni possibile elemento utile alle indagini per ritrovare la ragazzina. Da ieri le ricerche sono state estese anche a ridosso delle province di Brindisi e Lecce, confinanti con il territorio di Avetrana. Investigatori, volontari e amici stanno cercando Sarah dappertutto, anche con le unità cinofile.

Sembra più che mai lontana l’idea dell’allontanamento volontario. Ma nonostante non siano abbandonate le altre ipotesi, i carabinieri ritengono “seria”  l'ipotesi che la ragazza sia stata sequestrata, e seguono con particolare attenzione la pista che porta agli amici, un gruppo di giovani di cui lei  più piccola anche di 10 anni era considerata la "mascotte". Nelle ultime ore sono stati sentiti dagli inquirenti. Sembra possa essere coinvolto un ragazzo poco più grande di lei ma sul movente dell’ipotetico sequestro non si sbilanciano. Escludono però con certezza che si possa trattare di un rapimento a scopo estorsivo e si mostrano assai cauti sull'ipotesi di un sequestro a sfondo sessuale.

L’ipotesi, fino a ora, più plausibile è che Sarah, appena uscita dalla sua abitazione in Via Verdi, sia stata affiancata da un’auto sulla quale si trovavano una o più persone che lei conosceva e che l’avrebbero invitata a salire a bordo con una scusa. La ragazzina avrebbe accettato e così facendo è caduta nella trappola.

Ovviamente si tratta di una ipotesi. L'unica cosa certa in questo giallo di fine estate sembra essere l'orario della scomparsa che è compreso tra le 14.30 e le 14.42. Infatti alle 14.42 il cellulare di Sarah ha smesso di funzionare e di lei si sono perse le tracce. A quell'ora, confermano le celle telefoniche, la 15enne si trovava nei pressi della sua abitazione.

Giacomo Scazzi,
52 anni e muratore a Milano, papà di Sarah è ogni giorno sempre più preoccupato: «Più passano i giorni più cresce l'angoscia. Noi temiamo il peggio. Crediamo sia stata rapita da gente non di Avetrana. Ipotizzo - aggiunge - che sia stata presa con la forza e che si trovi o nelle campagne o chiusa in qualche casa. Sicuramente non si è allontanata volontariamente e non credo che avesse amici pericolosi che possano averle fatto del male». L'uomo afferma di non credere alla pista, per altro scartata dagli investigatori, che alla base del rapimento ci possa essere una questione legata a una eredità da 100mila euro che la mamma aveva ricevuto qualche tempo fa dal padre. Il papà di Sara ha detto che la figlia, quando è uscita da casa giovedì pomeriggio «non aveva con sè né soldi né documenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Francesco-SS

    07 Settembre 2010 - 09:09

    A mio parere è inutile cercare a Brindisi o Lecce. Se la poverina è stata presa da un maniaco pervertito è in qualche casa di Avetrana e se non cerchiamo bene rischiamo di rivederla fra qualche anno, come è accaduto a quella poverina in Germania. Proporrei il controllo e la perquisizione innanzitutto di tutte le case con garage collegato all'appartamento, ed poi anche di tutti i garage senza collegamento diretto (perchè la ragazza si sarebbe potuta trasferire in piena notte con relativa facilità). La popolazione saprà tollerare questo piccolo sacrificio, vista l'importantissima posta in gioco. Si ipotizza che la ragazza sia salita su un auto di sua spontanea volontà, ma proprio un amico nei primissimi giorni aveva detto che Sarah non avrebbe mai fatto niente del genere. Vedo assai più probabile il sequestro lampo con uso di cloroformio ed in questo caso la ragazza non può che essere nascosta in Paese, nessuno circola con un bagaglio così scomodo... mostrate il commento agli inquirent

    Report

    Rispondi

  • dcavone

    06 Settembre 2010 - 10:10

    Mi chiedo perchè non utilizzare la chiamata della cugina sul cellulare di sarah senza risposta per tracciare la posizione del cellulare. I dati dovrebbero averli gli operatori telefonici, basta una semplice triangolazione fra la celle GSM e via. Credo sia possibile perchè il cellulare di sarah non era spento in quel momento.

    Report

    Rispondi

  • aury

    04 Settembre 2010 - 11:11

    poveri genitori... chissà come sono in tensione!speriamo che sia ritrovata

    Report

    Rispondi

  • andrea92

    02 Settembre 2010 - 01:01

    per quella persona che ha rapito sarah scazzi... ma hai idea di quello che stai facendo??che gusto hai??ti stai divertendo?? se lo facessero a tuo/a figlio/a tu che faresti?? scommetto che faresti di tutto pur di farla tornare tra le tue braccia e sentire di nuovo le sue attaccate al tuo corpo.... quello che stai facendo non è assolutamente giusto...guarda ti prego...libera sta ragazza falla tornare dalla famiglia che a tanto bisogno di lei...e lei a bisogno della famiglia.. ti prego al mondo ci sn tantissimi giovani che vogliono questo...uno di questi sono io...ti prego...TI PREGO....liberala ..... te lo chiedo per favore..... spero che tu legga sto mess e te ne renda conto...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog