Cerca

Sarah Scazzi, trovato il testimone che l'ha vista per ultimo

Lui era in macchina e si stava dirigendo da Avetrana in direzione della litoranea. Riprese anche le ricerche con sommozzatori ed elicottero

Sarah Scazzi, trovato il testimone che l'ha vista per ultimo
Le ricerche dei carabinieri, circa il testimone che per ultimo ha visto Sarah Scazzi, sono andate a buon fine. Il ragazzo di Erchie (Brindisi) è stato rintracciato e ascoltato dalle autorità: lui è il testimone che per ultimo ha visto la 15enne prima che sparisse nel nulla lo scorso 26 agosto poco dopo le 14.30. Lui stava percorrendo in auto da solo via Kennedy ad Avetrana, in direzione della litoranea.

Il ragazzo, a quanto si è saputo, ha riferito ai carabinieri di aver visto Sarah che camminava a piedi sul marciapiede alla sua destra. E quello è lo stesso marciapiede che porta alla casa della cugina con la quale, è stato accertato, avesse un appuntamento per recarsi al mare. Il testimone ha continuato a spiegare che ha proseguito per la sua strada senza notare nulla di strano. Il luogo indicato dal ragazzo dista circa 200 metri dall'abitazione della cugina della 15enne, dove però la ragazzina non è mai arrivata. Solo due giorni dopo, ha riferito sempre ai carabinieri, sfogliando i giornali ha visto la foto di Sarah che era scomparsa e successivamente si è ricordato del momento dell'avvistamento.

Intanto sono riprese le ricerche lungo tutto il litorale ionico-salentino con sommozzatori, sospese ieri per colpa del maltempo, e l'ausilio di un elicottero dei Carabinieri di Bari. Le perlustrazioni puntano in particolare alla zona adiacente il fiume Chidro e i canali vicini. Proseguono anche le ricerche a terra: in particolare vengono battuti pozzi e casolari abbandonati. Gli investigatori ormai hanno abbandonato l'ipotesi della fuga volontaria della ragazzina e ipotizzano, invece, un sequestro di persona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    07 Settembre 2010 - 17:05

    sorry, ma da come persevera nell'andare fuori tema, ho come l'impressione che anche lei sia pervaso dal livore (anticomunista). Qui si dovrebbe commentare la scomparsa di una adolescente, senza tracimare nella solita "politica/tifo da stadio", la quale, fino a prova contraria, ha fatto, e farà, solo ed esclusivamente gioire la "Casta" (o cricca che dirsivoglia)

    Report

    Rispondi

  • rebarbaro

    06 Settembre 2010 - 17:05

    Secondo le miserabili teorie di Gramsci il delinquente va educato perché non é nato tale (invece delinquenti e deficienti si nasce) e se si parla di Ciccio sovversivo, arrestato mentre sfascia, non si deve tirare in ballo Gramsci ma parlare solo del povero Ciccio. I nuovi codici sono stati fatti ad usum discriminandi, cioé per blindare l'autonomia dei magistrati e paralizzare le forze di polizia, ree dell'applicazione del codice Rocco. Solo pochissimi sanno del livore anti Berlusconi che si respira nei corridoi delle procure. Togliatti volle i pretori d'assalto e fece entrare in magistratura gente di sicura fede comunista. Questo sistema ha portato all'impunità e quindi alla tracotanza e alla montata della malavita, un tempo tenuta nel terrore e costretta all'immobilità. Casi come questo Scazzi, di rapimenti e di mafia non sarebbero stati possibili. Vergogna, per proteggere quattro canaglie di sinistra si rendono possibili le infamie contro la gente mite e buona. Tutto si tiene

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    06 Settembre 2010 - 15:03

    commenti all'articolo sulla scomparsa di una adolescente derivano faziosamente ed inspiegabilmente su storie di dopoguerra e partigiani...la domanda sorge spontanea: si commenta o si sproloquia?

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    06 Settembre 2010 - 12:12

    sono saltati fuori a guerra finita.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog