Cerca

Benedetto XVI: "La Chiesa di oggi ha bisogno di donne sante e coraggiose"

E' il messaggio del Papa nell'udienza generale in Vaticano. Un ringraziamento ai fedeli e alla Regina per il suo viaggio in Gb

Benedetto XVI: "La Chiesa di oggi ha bisogno di donne sante e coraggiose"

La Chiesa di oggi ha bisogno di "donne sante e coraggiose come Ildegarda da Bingen" ha comunicato Papa Benedetto XVI nell'udienza generale di oggi, in Vaticano, dedicata proprio alla mistica e santa tedesca del Medio Evo, della quale aveva già parlato la scorsa settimana.
"Invochiamo sempre lo Spirito santo affinché susciti nella Chiesa donne che, valorizzando i doni ricevuti da Dio, diano il loro prezioso e peculiare contributo per la crescita spirituale delle nostre comunità e per la Chiesa del nostro tempo" ha concluso il Santo Padre.

Benedetto XVI, parlando in inglese al momento conclusivo dei saluti in lingua, ha anche rivolto un ringraziamento speciale ai fedeli e alle autorità in previsione della sua visita nel Regno Unito, prevista per la prossima settimana, dal 16 al 19 settembre. "Non vedo l’ora - ha detto il Papa- di incontrare i rappresentanti di molte,diverse tradizioni religiose e culturali che compongono la popolazione britannica, così come i leader civili e politici. Sono molto grato a Sua maestà, la Regina, e a Sua grazia, l’arcivescovo di Canterbury, per ricevermi e non vedo l’ora di incontrarLi".
Benedetto XVI ha espresso tutta la sua gratitudine alle persone impegnate nell’organizzazione del viaggio. "Ringrazio le moltissime persone che hanno pregato per il successo di questa visita e per una manifestazione della grazia di Dio sulla Chiesa e sulla gente della vostra Nazione", ha concluso il Papa che ha poi dedicato un pensiero particolare a John Henry Newman che beatificherà a Birmingham,il 19 settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Settembre 2010 - 15:03

    L'umanità è composta da uomini e donne e come al solito, l'uomo arrogante e prepotente ,vedendo nella donna quelle melodie soavi della natura,pensò bene di farne la sua schiava.E se oggi le donne, a giusta ragione rivendicano un ruolo importante e primario come l'uomo suo fratello in questo creato, lo deve soltanto a se stessa e per tutti i sacrifici fatti nei nostri millenni di storia sociale umana. Santità,spesso Voi raccontate delle cattive favole affinchè chi potrebbe chiedere il suo riconoscimento del diritto a tutto ciò che fa parte della vita, incominciate sempre a trovare delle scappatoie illogiche. La donna potrebbe ben essere un validissimo sacerdote e dire messa come tutti gli altri sacerdoti maschi. Infine, che cosa è la S.Messa, se non l'invito a tutti i credenti di mettersi al Tavolo di Gesù il Cristo per mangiare di questa vita terrena i frutti, unitamente al Padre Suo ? - Penso che tale Sacra Cerimonia può assolverla tranquillamente anche una donna.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    08 Settembre 2010 - 14:02

    Alessio di benedetto, se intende intervenire sulla dichiarazione del Papa riportata dall’articolo lo faccia ma non ci infili paccottiglia inventata di sana pianta. Non ci sono MAI STATE 4 MILIONI DI DONNE UCCISE DALLA CHIESA CATTOLICA. Se l’è sognato questa notte? I casi di stregoneria, poi, furono gestiti non dalla Chiesa cattolica ma dai governi protestanti che con la Chiesa cattolica non hanno niente a che fare. Il potere temporale della Chiesa all’epoca si svolgeva solo su parte del centro Italia il resto era gestito dal potere temporale dei sovrani di allora che usavano la religione spesso e volentieri per gestire i loro affari, così come fanno molti politici attuali che usano valori condivisibili strumentalmente per tirare acqua al loro mulino, non dalla Chiesa. In quanto alla donna la teologia cristiana l’ha messa sempre in primo piano oppure non le risulta la Madonna, ecc. del discorso che la teologia cristiana cattolica ne fa fin dall’inizio. Lasci perdere di parlare di cose che non conosce e si dedichi solo a quello che sa, ammesso che qualcosa ci sia che lei sappia.

    Report

    Rispondi

  • dmb

    08 Settembre 2010 - 14:02

    Mi piacerebbe sapere da quale fonte ha attinto le informazioni riguardanti le votazioni a Trento circa l'anima delle donne e i 4.000.000 di donne uccise con l'accusa di stregoneria. Per quanto riguarda l'impedimento per le donne all'ordinazione sacerdotale la invito a studiarsi un po' di teologia sacramentaria e troverà una risposta un po' meno bieca del suo giudizio. La Chiesa, proprio nel periodo oscuro del medioevo, teneva in grande considerazione le donne: basti pensare al peso politico-religioso di Caterina da Siena e le molte abbadesse che nel territorio di loro competenza contavano molto più di vescovi e feudatari... Prima di giudicare conviene studiare... mi pare che Ratzinger un pochino nella sua vita l'abbia fatto!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    08 Settembre 2010 - 13:01

    No caro Papa, la chiesa di oggi ha bisogno di polso che la renda di nuovo universale.Oggi è un caravanserraglio dove ognuno se la suona e se la canta a suo piacimento. Noi tutti speravamo in Lei, invece si è dimostrato un troppo buono,una specie di papa Luciani. Oggi ci vuole ben altro per ammansire certi cardinali, vescovi, parroci, frati e presbiteri. Molti vanno a briglia sciolta. Alcuni celebrano il funerale ai separati, altri no, alcuni comunicano i divorziati altri no, alcuni fanno cantare l'Ave Maria di Schubert ai matrimoni altri no..un caos a cielo aperto. Tettamanzi vuole le moschee vicino al duomo di Sant'Ambrogio, alcuni vescovi vedono le statue di gesso che emettono lacrime di sangue con tanto di emoglobina, i veggenti sedicenti parlano con le Madonne cone fossero comari di vicinato 365 giorni l'anno,cornuti, pedofili,affaristi.....il fumo di Satana sta vincendo. richiami le pecorelle all'ovile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog