Cerca

Benedetto XVI ai Vescovi missionari: "Non cedete allo scoraggiamento"

Il Papa ha rivolto il suo messaggio ai religiosi in terra lontana. Il teologo Kasper ai tedeschi: "Più rispetto per il Pontefice"

Benedetto XVI ai Vescovi missionari: "Non cedete allo scoraggiamento"
Benedetto XVI ha incoraggiato i nuovi Vescovi, riuniti al seminario di aggiornamento promosso dalla Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, che operano in missione a testimoniare la fede cattolica, in contesti difficili, "senza cedere al pessimismo e allo scoraggiamento".

"Conosco le sfide che dovete affrontare, specialmente nelle comunità cristiane che vivono il proprio credo in contesti non facili, dove, oltre a varie forme di povertà, si verificano talvolta forme di persecuzione a causa della propria fede cristiana" - ha riferito il Papa nell'udienza- "A voi spetta il compito di alimentare la loro speranza, di condividere le loro difficoltà, ispirandovi alla carità di Cristo che consiste nell'attenzione, tenerezza, compassione, accoglienza, disponibilità e interesse ai problemi della gente, per la quale si è disposti a spendere la vita".

E, intanto, il Vescovo, Walter Kasper, ha lanciato un messaggio ai cittadini tedeschi, invitandoli a portare più rispetto per il "loro Papa", smettendo di attaccarlo di continuo. Il teologo, in un'intervista, avrebbe infatti osservato come, all'estero, siano "in molti a scuotere il capo per il modo in cui proprio i tedeschi trattano il Pontefice del loro Paese".

A pochi giorni dalla visita di Benedetto XVI in Gran Bretagna, che si svolgerà dal 16 al 19 settembre, il porporato ha messo in guardia contro "il diffondersi di un aggressivo neoateismo in Inghilterra". Kasper ha confermato che, in materia di ecumenismo, il Santo Padre, nel corso della suo viaggio, porterà avanti "il difficile dialogo" con gli anglicani e si è detto convinto che la beatificazione del Cardinale John Henry Newman "non produrrà battute d’arresto" in questo processo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alessio di benedetto

    11 Settembre 2010 - 18:06

    QUANDO AVRA' AFFRONTATO IL PROCESSO PER OCCULTAMENTO DI CASI DI PEDOFILIA, LO RISPETTEREMO COME CITTADINO, PRIMA NO! L’avvocato di Houston Shea, difensore delle vittime della pedofilia “religiosa” a Galveston, ha portato nel 2005 la questione davanti al tribunale della Corte distrettuale di Harris County (Texas), aprendo un procedimento a carico di Joseph Ratzinger. Costui è indagato, insieme col suo braccio destro Tarcisio Bertone, nuovo segretario di Stato del Vaticano, per “cospirazione contro la giustizia”. DA: LA RELIGIONE CHE UCCIDE COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ (Nexus Edizioni), giugno, 2010. 517 pagine, 130 immagini, € 25 http://www.shopping24.ilsole24ore.com/sh4/catalog/Product.jsp;jsessionid=5CEA4413C7EEA5149DD28140DBE79EC4?PRODID=SH246200038 http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-religione-che-uccide.php

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Settembre 2010 - 15:03

    Santità,Lei merita il alto rispetto da tutti sia credenti che non ma,capisca che non è più il tempo delle favole e pertanto gli uomini,tutti,vogliono ragionare sul Vostro modo di intendere la fede. La fede è un dono di Dio perchè credere è veramente difficile ma,per chi sa leggere il libro della natura diventa facile. Santità,come San Tommasoi, di questi tempio, non è che mette in dubbio tutto ma,per essere coerente per l'avvenire,vuole, a giusta ragione, conoscere ed esporre le proprie opinioni sulle varie metodologie applicate dal Clero Vescovile. Non se la prenda ma, anche Gesù di Nazareth fù contestato e non da gente in buona fede ma da persone in mala fede,invece, oggi, il popolo cr4edente o no è in buona fede. Sappia che gli Atei non vorrebbero essere atei perchè amerebbero Dio più di ogni altra cosa al mondo se ne avessero la certezza della sua esistenza. fraterni saluti.

    Report

    Rispondi

blog