Cerca

Violentò nipote, figlio lo uccide

Un uomo di 44 anni ha confessato di aver ucciso il padre e bruciato il suo corpo. La vittima era stata condannata a 6 anni per abusi su una nipote

Violentò nipote, figlio lo uccide
Uccide e brucia il corpo del padre. È successo a Mottola, in provincia di Taranto. L’omicidio dovrebbe essere avvenuto attorno al 27 luglio ma il colpevole, 44 anni, ha confessato solo ora dopo un lungo interrogatorio da parte degli agenti della squadra mobile di Taranto che lo avevano fermato per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.
La vittima, 83 anni, era stata condannata a sei anni per abusi sessuali nei confronti di una nipote. Il figlio temeva che il padre si fosse avvicinato anche alla sua bambina. Dal sospetto all’omicidio il passo è stato breve.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il 44enne aveva ha prelevato la vittima da una casa di cura per anziani a Grottaglie. Lo ha accompagnato in una casa di sua proprietà a Mottola e qui è avvenuta una violenta discussione che è culminata nella uccisione. I resti del cadavere sono stati trovati nella campagna vicina, su indicazione dell’omicida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog