Cerca

Donna freddata a Napoli. Presi i due killer

Alberto Amendola e Giuseppe Avolio gli esecutori materiali. Ora si cerca il movente e il mandante

Donna freddata a Napoli. Presi i due killer
Sono stati arrestati Alberto Amendola di 26 anni e Giuseppe Avolio di 21, ritenuti gli esecutori materiali del delitto di Teresa Buonocore, la donna uccisa a Napoli lunedì scorso. I due sono accusati di omicidio, detenzione e porto illegale di arma da fuoco relativo munizionamento e spari in luogo pubblico. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura, a Portici in un'area di rimessaggio di auto in via Madonnelle, la polizia ha rinvenuto un vero e proprio arsenale di pertinenza dei Perillo.

Sembra così chiuso il caso di Teresa Buonocore, la donna 41enne uccisa ieri mattina mentre era in auto e transitava in via Ponte dei Francesi a Napoli. Tuttavia gli inquirenti cercheranno di capire il movente di questo brutale omicidio e, soprattutto, chi sia il mandante.
Nei giorni scorsi, negli uffici della Mobile è stato ascoltato dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo,
un'uomo 55enne, legato da rapporti di parentela con la vittima.

Il movente -
L’uccisione di Teresa Buonocore sarebbe collegata al processo per pedofilia contro l’uomo che aveva molestato la figlia della donna e un’altra bambina. Elementi utili possono essere venuti dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e dal motorino ritrovato dagli investigatori a poca distanza dall’auto della donna. Visto che il caso sembra non essere riferibile alla criminalità organizzata, quindi, l’indagine è passata dalla Dda alla magistratura ordinaria.

Agguato -
Ciò nonostante le modalità dell'omicidio sembravano veramente quelle di un agguato di stampo camorristico.
La vittima, infatti, è stata colpita da quattro proiettili calibro 9 esplosi a distanza ravvicinata mentre si trovava nella sua auto. Gli assassini l'hanno affiancato in moto completando l'opera con freddezza prima di sparire tra le viuzze partenopee.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    21 Settembre 2010 - 10:10

    A proposito di violenza, ieri sera in Tv, alle jene, visto per pochi minuti, c'era un servizio su una casa occupata abusivamente che il giornalista ha denunciato, riuscendo a far liberare l'appartamento per darlo ad un'anziana signora che presumo ne fosse la regolare beneficiaria. Subito dopo la consegna dell'appartamento, si è visto il furfante di accento napoletano prendere a pugni il malcapitato cronista. Mi aspetto che la magistratura faccia il suo dovere e punisca il lottatore che tronfio della sua arroganza e voleva picchiare insolentendo il malcapitato. Ma credo che non scatterà nessuna denuncia. Laggiù troppe cose sono permesse.

    Report

    Rispondi

blog