Cerca

Gioia Tauro, trovate 7 tonnellate di esplosivo T4 in un container

Il veicolo in arrivo dall'Iran era diretto in Siria. Ufficialmente trasportava latte in polvere

Gioia Tauro, trovate 7 tonnellate di esplosivo T4 in un container
Maxi sequestro a Gioia Tauro. La polizia calabrese ha intercettato un container, all'interno del quale era nascosta una quantità molto elevata del potente esplosivo T4. Il mezzo di trasporto proveniva dall'Iran ed aveva come destinazione finale la Siria. L'ipotesi più accreditata al momento è quindi quella di un traffico internazionale di esplosivo piuttosto che un rifornimento per la criminalità organizzata italiana. Ufficialmente il container sequestrato trasportava latte in polvere e le 7 tonnellate di T4 sarebbero state nascoste tra grandi confezioni di latte.

L'esplosivo - Il ciclotrimetilene trinitramina o Rdx, meglio conosciuto come T4, è un esplosivo militare usato da quasi tutti gli eserciti del mondo. E' il maggior componente del più noto C4. Gli esplosivi plastici, come il T4, hanno la capacità di ossidarsi in tempi brevissimi rilasciando un'alta quantità di energia. Il Semtex, uno degli esplosivi il cui uso è stato spesso accertato nell'esecuzione di molti attentati, è un esplosivo a base di pentrite e T4. A base di T4 sono stati confezionati anche gli ordigni utilizzati nelle stragi di mafia del 1992 e del 1993, da quelle in cui furono uccisi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e per gli attentati di Milano, Roma e Firenze, ma anche per il disastro di Ustica e per le stragi alla stazione di Bologna e quella del Rapido 904.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    22 Settembre 2010 - 18:06

    Beh, vista la collocazione geografica dei paesi interessati, direi meglio che succedono cose turche.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    22 Settembre 2010 - 10:10

    È una novità che da quelle parti succedano cosa africane?

    Report

    Rispondi

blog