Cerca

Addio a Sandro Curzi

comunista e gentiluomo

Addio a Sandro Curzi
È morto Sandro Curzi, a 78 anni, ed era una figura famigliare. Era lo zio comunista, ne abbiamo tutti e gli vogliamo bene, con la sua pipa e il suo sorriso. Alla radio la sua voce spiegava le cose tingendole di rosso, ma non rovesciava mai veleno sulle teste degli altri, rispettava tutti. I suoi interventi a Zapping di Aldo Forbice su Radio 1 anche nei momenti più aspri avevano il dono di riportare la pace. Stavolta non è un’ipocrisia il dispiacere di tutti per la morte di questo giornalista. Era un comunista, e lo sanno tutti, lo è stato fino all’ultimo, ma era uno strano comunista, di quelli che sarebbero finiti in Gulag dopo tre giorni di Unione Sovietica perché non avrebbero resistito a denunciare le vessazioni subite dai povericristi. Era una garanzia per tutti. Finché c’era lui in giro, non sarebbe passata un’ingiustizia con il suo timbro e il suo avallo. A costo di rompere con la sua tribù...

Renato Farina su Libero di domenica

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bonarober

    25 Novembre 2008 - 12:12

    I fatti sono fatti le visioni le lascio a te.Salvo D'Acquisto "sembra" sia stato un eroe il reggimento Bozen sicuramente una banda di delinquenti e giù numeri e date, sai cosa vuol dire? Che fai parte della schiera di coloro che della storia prendono solo quello che è funzionale alla loro ideologia. Per questo,a parziale rettifica di quanto precedentemente postato mi vedo costretto a creare una terza categoria,quella degli utili idioti Complimenti per le belle frasi anche se non c'azzeccano come direbbe il tuo amico DiDietro

    Report

    Rispondi

  • GBalsamo

    24 Novembre 2008 - 19:07

    Sembra sia stato un eroe da quanto leggo!Anche se non vedo come possa legare con il tuo discorso (i nazisti sono stati di entrambi i nostri casi citati). Beato il popolo che non ha bisogno di eroi.

    Report

    Rispondi

  • GBalsamo

    24 Novembre 2008 - 18:06

    ok ognuno ha la sua visione delle cose, soprattutto su fatti di magari quaranta e più anni fa....i tedeschi erano nostri alleati, si è un po' la storia del "so tutti froci col culo degli altri" civettando la tua simpaticissima quanto infantile storpiatura del mio nick!

    Report

    Rispondi

  • bonarober

    24 Novembre 2008 - 16:04

    Mi si perdoni la grossolanità ma per me i comunisti si dividono in due tipologie una raccoglie tutti gli utopisti che hanno creduto (credono?)anche se a volte solo a parole,all'ugualitarismo alla condivisione al paradiso dei lavoratori e di solito sono degli amabilissimi sfigati l'altra è fatta di pescecani spesso fancazzisti che sfruttando la buona fede dei primi curano le loro carriere ed il loro conto in banca. Con il rispetto dovuto alla morte Curzi apparteneva alla seconda categoria che "pur non potendo non sapere" le atrocità che il comunismo andava perpetrando se ne dichiarava convinto assertore. Se poi sento quella voce che delira da radio Praga...no riposi in pace ma non l'ho mai stimato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog