Cerca

Torino, scomparso imprenditore da 5 giorni

Ha accompagnato la figlia a scuola. Poi è sparito nel nulla. Le autorità lo stanno cercando anche al sud Italia dove spesso lavorava

Torino, scomparso imprenditore da 5 giorni
Angelo Carrieri, un imprenditore torinese di 49 anni, ha accompagnato la figlia a scuola. Poi è sparito nel nulla. Ormai da cinque giorni non si hanno sue notizie: la polizia lo sta cercando dopo che i famigliari ne hanno denunciato la scomparsa. Le ricerche si sono estese anche in Puglia, soprattutto in provincia di Taranto, perché spesso si recava lì per lavoro.

L’uomo, titolare di una piccola impresa che si occupa di rifornire negozi e supermercati dell'Italia del nord di pasta fresca prodotta da pastifici artigianali pugliesi, viaggiava di frequente tra Torino e il sud. Spesso era lui stesso, alzandosi la mattina all'alba, a effettuare le consegne.

Gli investigatori torinesi possono contare su pochi ma importanti elementi: la bambina, che frequenta le elementari e che è l'ultima persona ad averlo visto, ma soprattutto i tabulati telefonici che segnalano alcune chiamate fatte dal cellulare dell'uomo dopo la sua scomparsa e che sono partite dall'area compresa tra i Comuni di Leporano e Pulsano, nella zona orientale della provincia di Taranto. Anche per questo motivo le ricerche si sono concentrate soprattutto in quella zona.

Le ipotesi sono tutte aperte: dall'allontanamento volontario al sequestro, fino all'incidente anche se è ritenuta l’idea meno probabile perché se fosse accaduto difficilmente non ne sarebbe giunta notizia. Sino a ora le ricerche condotte dalla polizia non hanno dato un esito positivo. Sono stati sentiti i suoi collaboratori e i familiari, ma a essere seguito è soprattutto il filo di quelle tracce di traffico telefonico nelle ore successive alla mattina di mercoledì scorso e che potrebbe portare a rintracciarlo o a tentare di capire i motivi della sua scomparsa.

Carrieri, da molti anni a Torino e che vive separato dalla moglie, martedì sera era con la bambina. La piccola ha mangiato e dormito a casa sua. Poi al mattino l'ha accompagnata a scuola: un bacio e in classe al suono della campanella, in una scuola nella zona nord del capoluogo piemontese. Da quel momento più nessuno lo ha visto o sentito. A dare l'allarme è stata la moglie quando ha saputo che l'ex marito non si era presentato al lavoro come di consueto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog