Cerca

Este, bancario sottrae 4milioni di euro. Poi scappa

In una lettera dice che con quei soldi ha fatto beneficenza. Ha dato le dimissioni da funzionario di banca e anche da consigliere comunale

Este, bancario sottrae 4milioni di euro. Poi scappa
Ha sottratto 4 milioni di euro ai clienti della banca e poi è scappato. Però ha lasciato una lettera in cui informava di averli lasciati in beneficenza. Per almeno 12 anni ha incassato il denaro dei clienti, convinti che i loro soldi sarebbero stati utilizzati per operazioni finanziarie.  Il protagonista di questa storia dal risvolto un po’ bizzarro, è Stefano Berton, un bancario di 57 anni di Este, in provincia di Padova.

Quanto all’attività illecita, Berton ha rassegnato le sue dimissioni da funzionario di banca, al Credito cooperativo di Sant'Elena, come anche da consigliere comunale. Secondo quanto scrive la stampa locale, l’uomo dopo si è reso irreperibile e ha annunciato, però, che si farà vivo tra due settimane: l'11 ottobre si consegnerà all'autorità giudiziaria.

Nella sua lettera il funzionario spiega "di aver operato utilizzando fondi di quattro nuclei familiari, con i quali intratteneva un rapporto fiduciario esclusivo, per finalità improprie. Ciò, se confermato, determinerebbe che le somme di queste quattro famiglie non sarebbero state reimpiegate come concordato tra lui e gli aventi diritto, ma usate per finalità difformi". Denaro che, però, è stato donato a chi ne ha bisogno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    01 Ottobre 2010 - 10:10

    tanto per citarne alcune. L'elenco completo in una prossima edizione.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    01 Ottobre 2010 - 10:10

    Condannati in Parlamento. Questo è più grave. §§§"La lista comprende 25 tra ex-deputati ed ex-senatori. Di essi, c'erano facenti parte di Forza Italia (14), Lega Nord (3), UDC (2), DS (1), La Margherita (1), PRI (1), Socialisti Uniti per l'Europa (1), Union Valdôtaine (1), DC per le Autonomie (1). A questi, è stato aggiunto in un secondo momento un ex-deputato di Forza Italia (Rocco Salini), poi confluito nel gruppo misto. Complessivamente, per la Casa delle Libertà, i condannati ammontavano a 22, per l'Ulivo a 2, e per i restanti gruppi, se ne rilevò uno solo." Si aspettano commenti

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    30 Settembre 2010 - 22:10

    Una voltas per uno non fa male a nessuno GFp

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    30 Settembre 2010 - 17:05

    Dal TEMPO, noto giornalaccio Komunista: "Tangenti, l'Abruzzo in cenere...per il momento si è trasformato in uno scandalo che ha portato agli arresti domiciliari per corruzione l'attuale assessore alla Sanità della Regione Abruzzo, Lanfranco Venturoni, Pdl, e l'imprenditore Rodolfo Valentino Di Zio, titolare della De.Co, azienda leader sul territorio regionale nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti. Dieci le persone indagate, tra cui due parlamentari sempre del Pdl i senatori Fabrizio Di Stefano e Paolo Tancredi, l'attuale sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi e, per favoreggiamento, l'ex assessore regionale all'ambiente Daniela Stati. Ezio Stati, padre, per anni tesoriere della Dc abruzzese, arrestato negli anni Novanta e condannato in via definita per finanziamento illecito ai partiti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog