Cerca

Amanda Knox, accusa per calunnia

Stamattina l'udienza preliminare. La giovane aveva accusato la polizia di maltrattamenti la notte del fermo

Amanda Knox, accusa per calunnia
Amanda Knox di nuovo in aula. Stamattina a Perugia si terrà l'udienza preliminare contro la studentessa, accusata di calunnia nei confronti di alcuni agenti della Questura di Perugia, che si sono occupati dell'omicidio di Meredith Kercher. Durante il processo, la ragazza americana aveva sostenuto che la sera in cui fu interrogata in questura era stata percossa e costretta dalla polizia ad accusare del delitto il musicista congolese Patrick Lumumba, risultato poi innocente.

Il gup è Claudia Matteini. Presenti i legali della Knox, Luciano Ghirga e Maria Del Grosso. "Non chiederemo il rito abbreviato" ha detto l'avvocato Ghirga prima di entrare in aula."Sarebbe illogico rispetto all’atteggiamento tenuto da noi fino ad ora".

Ricordiamo che la studentessa è stata condannata dalla Corte d'Assise a 26 anni di carcere per l’omicidio della conquilina inglese Meredith Kercher.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    02 Ottobre 2010 - 19:07

    ...il mio dire era più indirizzato al primo commento del#nonae#.Sa,in questi casi,la vita mi ha insegnato di non fidarmi troppo dei media in generale.Certo che come ho sempre ribadito nei miei commenti,quando non si trova il corpo del reato,nè il movente,preferisco il presunto reo in libertà,che un innocente recluso.Non dimenticherò mai il caso "Tortora",un esempio fra i molti.Al tempo,certa stampa fece di tutto per indurre i lettori,a schierarsi dalla parte dei colpevolisti.Alla fine,la stessa stampa,scrisse che il Tortora non doveva ritenersi colpevole ed era stata commessa un'ingiustizia;per me invece fu complice anch'essa.In archivio rimangono le copie,ma si spera che la gente si dimentichi,in quanto è passato molto tempo.Grazie a noi,abbiamo tre gradi di giudizio,dopodichè avremo maggiori elementi per giudicare.Un saluto

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    01 Ottobre 2010 - 22:10

    Si può anche non essere testimoni oculari ma avere letto in merito sui fatti riportati dall’accusa, quindi essersi fatta un’idea abbastanza chiara di quanto gli si ascrive all’accusato. Il fatto che i giudici diano un giudizio di colpevolezza non vuol dire essere costretto giocoforza a credere al loro giudizio, perché stiamo parlando di esseri umani che, come chiunque sa, possono essersi sbagliati per motivi vari. Il giudizio dei magistrati non è la parola di Dio e dato che giudicano in nome del popolo italiano, in cui chiunque di noi fa parte, quindi attribuendo a ciascuno di noi la sua responsabilità giuridica e morale indiretta sul risultato del giudizio finale, è inevitabile che chi non sia d’accordo faccia rilevare ciò, che si assumano le responsabilità morali chi vuole a tutti i costi condannare anche quando non ci sono prove certe, personalmente non intendo esserne complice per amore o per forza, quindi trancio il mio giudizio personale scaricandomi da responsabilità che non mi competono e lasciando la patata bollente nelle mani dei veri responsabili. Siamo in democrazia e nella piena libertà di giudicare e dare opinioni su azioni altrui, sia pure sotto forma legale, che non condividiamo.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    01 Ottobre 2010 - 18:06

    ...e trincia giudizi senza esserne testimone oculare,potrebbe, di grazia, astenersi dal dare sentenze definitive,ancor prima del tempo utile;una pessima moda tutta nostrana.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    01 Ottobre 2010 - 14:02

    Ritengo Amanda Knox innocente dalle accuse sul delitto per cui l'hanno condannata, per adesso, perchè occorre vedere la Cassazione. In quanto alla faccenda sulle calunnie non bisogna dimenticare che la ragazza non è italiana, è americana ed è abituata alla conoscenza di un diverso trattamento da parte delle forze dell'ordine così comee a differenti modi di comportamento giuridico del suo paese e quindi anche degli accusati. Perciò trarre deduzioni del piffero di una sua colpevolezza acclarata per tali comportamenti anomali da noi, ammesso che sia andata come raccontano perchè il processo è in corso, è solo pregiudizio al pari della caccia alle streghe.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog