Cerca

Evade per il superenalotto

Il montepremi arrivato a 151,5 milioni di euro fa gola a molti e c'è chi è disposto a tutto pur di tentare la sorte

Evade per il superenalotto
Cresce la febbre per il superenalotto e Francisco Monteiro è stato disposto a evadere dagli arresti domiciliari pur di giocare. Sorpreso dai carabinieri, è stato arrestato.

È successo a Palermo. L'uomo, 50 anni, originario della Repubblica di Capo Verde ma residente nel capoluogo siciliano, era ai domiciliari per stalking nei confronti dell'ex moglie. Gli agenti lo hanno fermato mentre camminava su via Di Rudini con in mano la ricevuta della giocata, fatta pochi minuti prima. Monteiro è stato arrestato e, dopo la convalidato del provvedimento, è stato di nuovo sottoposto ai domiciliari.

Da quando il montepremi ha raggiunto il nuovo record di 151,5milioni di euro, le giocate sono in crescita del 7% da giovedì. Lo riferisce L'Agipronews. Intanto, tre regioni unite nell’inseguimento al '6' (Abruzzo, Emilia Romagna e Marche) nei giorni scorsi avevano proposto ai giocatori un maxi sistema da 75 mila euro. In Calabria, dove è stato elaborato un sistema da 45 mila euro che va ad integrarsi a quello già esistente, per un totale di oltre 120 mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peroperi

    02 Ottobre 2010 - 13:01

    Bisognerebbe rendere piu' trasparente questo gioco e soprattutto bisognerebbe ritornare al vecchio sistema dell'estrazione. Come si sa la 'ndrangheta è in contatto con la sisal per il riciclo del denaro . Infatti come fanno le mafie a conoscere i nominativi dei vincitori per acquistare i loro biglietti? E poi, se l'estrazione è computerizzata ci vuole poco ad estrarre come e quando si vuole. GFP

    Report

    Rispondi

blog