Cerca

Sciopero dei dipendenti Atm. Salone nautico di Genova in tilt

L'inaugurazione della rassegna penalizzata dalla manifestazione

Sciopero dei dipendenti Atm. Salone nautico di Genova in tilt
Il lusso del salone nautico viene messo in ginocchio dallo sciopero dei dipendenti dell'azienda di trasporto pubblico genovese. Nel giorno dell'inaugurazione della prestigiosa rassegna ligure, infatti, un presidio di protesta davanti all’area fieristica ha mandato in tilt il traffico della città, creando non pochi problemi in una mattinata dove i mezzi sulle strade erano ovviamente molte.
 
Cassa di risonanza - Se i problemi per gli organizzatori e i visitatori sono stati molti, c'è da dire che i dipendenti dell'Amt hanno sfruttato al meglio la visibilità mediatica di questa inaugurazione, dando una grande eco alla propria protesta. I lavoratori, infatti, protestano contro i tagli al trasporto pubblico locale, una situazione che sembrava in una fase di stallo.
La loro protesta davanti alle telecamere in una giornata così importante per Genova, però, ha sortito i suoi effetti. I dipendenti di Amt, infatti, sono riusciti a incontrare il ministro dei Trasporti Altero Matteoli, riuscendo a strappargli non solo la rassicurazione di un summit tra Tremonti e Sacconi per trovare le risorse per gli ammortizzatori sociali, ma anche l'apertura di un tavolo regionale sulla questione, la cui prima seduta è in programma martedì 5 ottobre.

Scioperi - Vedremo se le rassicurazioni del ministro Matteoli riusciranno a rasserenare gli animi, visto che in programma per il mese di ottobre ci sono già molti scioperi. Venerdì 700 lavoratori avevano votato a favore dello sciopero odierno (solo 7 i contrari) e altre rimostrazioni sono in programma nelle prossime settimane. Le sigle sindacali, infatti, prospettano che in seguito alla riduzione dei trasferimenti statali alla Regione Liguria (30 milioni di euro in meno nel 2011), l’azienda sarà costretta a lasciare a casa 400 lavoratori, per una riduzione del servizio del 15%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mino.bollo

    03 Ottobre 2010 - 03:03

    la FIT a Sestri Levante, l'ILVA, la Ferrania, il Carlo Felice, per non citare che le più clamorose, ecco altrettante dimostrazioni che scioperi, blocchi e disordini vari servono solo a danneggiare quel che di buono o di passabile ancora esiste (vedi SALONE NAUTICO) senza scongiurare, presto o tardi, i declino delle "fabbriche di lampade a gas". bisogna avere la mentalità TAFAZZI pe rovinare i pochi successi che ancora renono celebre Genova in tutto il mondo! BRAVI, BENE, DIECI PIU'!

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    02 Ottobre 2010 - 21:09

    come cercare di rovinare l'unica manifestazione che porta utili alla citta'. Potevano scioperare in piazza della vittoria invece di danneggiare chi non c'entra.

    Report

    Rispondi

blog