Cerca

Latina, stasera il rimpatrio

I 21 clandestini sbarcati ieri sul litorale laziale partiranno per l'Egitto questa sera. Maroni: "Un caso isolato"

Latina, stasera il rimpatrio
Il volo charter per l'Egitto partirà stasera. A bordo, i 21 clandestini maggiorenni sbarcati ieri a Latina. L'ha dichiarato questa mattina il ministro dell'Interno Roberto Maroni da Cagliari dove ha partecipato a un incontro sulla sicurezza, invitato dal presidente della Regione Ugo Cappellacci. "È un caso isolato che stiamo verificando" ha assicurato il ministro. "Il peschereccio su cui sono arrivati non proveniva dalla Libia ma dall’Egitto - aggiunto - la cosa importante è che sono stati presi e che saranno rimpatriati subito".
Alla fine della confernza, i cronisti hanno chiesto a Maroni un commento sugli incidenti avvenuti stanotte al Centro di prima accoglienza per migranti di Elmas. "Le rivolte nei CPA avvengono perchè, contrariamente al passato, oggi i rimpatri avvengono - ha risposto il ministro - Chi stava nei centri pensando di essere in vacanza per qualche mese e poi di uscire liberamente invece si accorge che ritorna a casa".

Ieri 4 ottobre, un peschereccio in legno di 15 metri,  con scritte arabe, si è arenato sulla spiaggia dei Pescatori, in località Capoportiere, di fronte all'Hotel Fogliano. Secondo quanto appreso all'inizio dalla questura cittadina, avrebbe trasportato una settantina di persone, tra cui due minorenni.
La segnalazione è giunta al 113 da una telefonata anonima. I clandestini all'arrivo delle forze dell'ordine si erano già allontanati a piccoli gruppi, mentre 15 persone ancora sul posto sono state immediatamente bloccate e altre 10 sono state ritrovate a Nettuno. In tutto 25 persone.

Gli stranieri di nazionalità tunisina ed egiziana, sono stati sottoposti alle visite dei sanitari dell'ospedale locale.

I Carabinieri, la Guardia di Finanza e le motovedette della Guardia Costiera hanno fatto ricerche in mare e a terra nel caso ci fossero altri clandestini sbarcati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra

    05 Ottobre 2010 - 18:06

    mandare a casa tutto l'ambaradan preposto al controllo ed alla difesa del nostro suolo : ma sembra possibile che guardia costiera, forze armate e non, sorveglianza aerea e marittima si facciano buggerare da un barcone che attraversa il mar tirreno fino al lazio senza che nessuno lo avvisti? e per di più areni sulle coste sbarcando chi e quanti individui senza alcun fastidio? non si capisce che questi navigatori hanno avuto appoggi a terra per dileguarsi?speriamo solo nella nostra buona stella che non siano venuti per portarci altri guai.

    Report

    Rispondi

  • superhomer

    05 Ottobre 2010 - 13:01

    Massima stima per il ministro Maroni ed il suo operato. Ma è evidente che se davvero volessero prendere i clandestini e gli irregolari, basterebbe fare pattuglioni su treni, Bus, navi.... ne troverebbero migliaia ogni giorno. Non hanno voglia....... perchè poi Monsignor Marchetto dei Migrantes li strilla... l'Italia affonda nel letame e nessuno fa nulla. Invece di liberare il popolo afgano, del quale non ce ne frega niente ( e che non ci ama affatto) , i militari vengano a ripulire e difendere l'Italia. Basta prese in giro. Le elezioni le vincerà chi ha mostrato di fare sul serio contro l'immigrazione e la mafia. Quindi le vincerà, meritatamente, la Lgea. Ma devono fare di più. Vergognos celebrare i 150 anni dell'Unità di Italia quando la nazione per la quale sono morti milioni di italiani, è nelle mani di romeni, marocchini, pachistani, cingalesi, cinesi. Vergogna !

    Report

    Rispondi

  • max 58

    05 Ottobre 2010 - 10:10

    Con la dormita su 7 cuscini della Marina Militare, dell'Aereonautica, della Guardia di Finanza ecc., il Governo dovrebbe mandare a casa e citare per danni, tutti i responsabili del teatrino avvenuto. Dai 3 ai 4 giorni di navigazione di una carretta e nessuno si è accorto di nulla? Andiamo all'estero a buttare soldi per difendere gente che ti è ostile e non sappiamo difendere le nostre coste? Che paese di burattini.

    Report

    Rispondi

  • Fairchild

    05 Ottobre 2010 - 09:09

    Gli sbarchi soliti avvengono a Lampedusa, a volte in Sardegna, rarissimamente in Calabria e questi barconi sono sempre intercettati appena entrano in acque italiane. Ora dico: tra le solite rotte e LATINA ci sono almeno 600 km e nessuno se ne è accorto? Bravo Maroni! Tra un po' sbarcheranno a Pregnana Milanese o nei navigli , magari a quel punto qualcuno se ne accorgerà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog