Cerca

Assedio alla Cisl di Roma Lanci di uova e fumogeni

Il blitz in via Po, nella sede dell'ufficio confederale del sindacato guidato da Bonanni. Gli autori sono alcuni militanti di "Action diritti in movimento"

Assedio alla Cisl di Roma Lanci di uova e fumogeni
Non si placa la lotta "fratricida" tra i sindacati italiani. Dopo il lancio di uova contro la sede di Treviglio (Bergamo) e di Livorno, quest'oggi a essere imbrattata da uova, vernice rossa e fumogeni è stata addirittura la sede nazionale della Cisl, nel cuore di Roma.

Il blitz è stato effettuato da parte di un gruppetto non identificato di esponenti di "Action diritti in movimento". I muri della sede di via Po sono stati imbrattati da vernice rossa e uova. Sono stati lanciati anche fumogeni e depositati alcuni volantini.
E quasi contemporaneamente al vandalismo di Roma, anche un altro punto d'incontro storico del sindacato di Bonanni è stato preso di mira. A Merate, in provincia di Lecco, un gruppetto di quattro o cinque lavoratori aderenti alla Fiom-Cgil ha manifestato davanti alla sede locale di via Trento. Il gruppetto è quindi entrato nell’edificio lanciando insulti e distribuendo volantini. La Cgil nazionale ha immediatamente preso le distanze dal gesto, condannandolo senza se e senza ma.

"Si è trattato - denuncia la Cisl in una nota - di un fatto molto grave che si aggiunge ai numerosi attacchi ed aggressioni in corso in questi giorni nei confronti delle sedi sindacali della Cisl. La Cisl esorta i suoi iscritti, i suoi militanti e tutta la dirigenza a non farsi intimidire da questi episodi di puro squadrismo organizzato ed invita il mondo politico ed istituzionale, e tutte le espressioni della società civile, a non dare spazio ai provocatori di ogni genere, prendendo le distanze in maniera netta da chi vuole destabilizzare il paese attraverso questi episodi di squadrismo e di violenta intolleranza nei confronti di una organizzazione sindacale libera e democratica come la Cisl".

Reazioni - Intanto la Cgil ha preso le distanze dai protagonisti dei due episodi di Roma e Merano, così come avvenuto tra l'altro per i blitz a base di uova di Treviglio e Livorno.
"La Cgil esprime la sua totale condanna per il nuovo intollerabile episodio contro una sede sindacale della Cisl. Per la cultura e la storia della Cgil le sedi sindacali, tutte le sedi sindacali, sono un simbolo democratico e del lavoro e nessuna ragione può giustificare la loro violazione. Per questo attiveremo i nostri organismi disciplinari nei confronti degli autori, e anche i dirigenti dovranno rispondere dei loro comportamenti".
Solidarietà espressa anche
da tutti i gruppi parlamentari. Tra questi Daniele Capezzone, portavoce del Pdl, e Pierluigi Bersani, segretario del Pd.
"Desidero esprimere totale solidarietà alla Cisl per il grave episodio di stamattina, che fa seguito all’indegna e pericolosissima aggressione di un mese fa contro il segretario Bonanni.
L’Italia entra in un autunno segnato da un’atmosfera cupa e preoccupante: sta a tutte le persone ragionevoli operare perchè le cose prendano una piega migliore", ha detto Capezzone.
"Condanno con tutta la forza episodi di questo genere - sostiene Bersani -. Voglio segnalare che stiamo arrivando a un livello di guardia e che bisogna che tutte le persone responsabili isolino questi atti perchè una critica non può mai diventare un’aggressione: questo deve essere chiaro perchè comincia a tirare una brutta aria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • il cantastorie

    07 Ottobre 2010 - 15:03

    a lei invece chi glielo ha detto che non sono cgil, lo stesso amico delle monetine di Craxi, qualche volta prenda per buono anche quello che dicono alcuni commentatori, non tiri sempre a indovinare, io per esempio sono stato alla festa del tuo gran capo fini, e quindi il tuo mi hanno detto non vale, prenditi un attimino di riposo non agitarti troppo, se no fai il gioco di Berlusconi!!! Mi stia sempre bene, la saluto.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    07 Ottobre 2010 - 14:02

    "Epifani dovrebbe prendere in mano il pallino." Già, ma per adesso si accontenta di giocare con le palle ..o palline. Comunque mi levi una curiosità, se gli imbrattamuri dei centri sociali sono gli asini, gli ultimi della clase come dice, di grazia chi sarebbero secondo lei i primi (della stessa classe) ? Grazie della risposta.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    07 Ottobre 2010 - 11:11

    Perchè i dipendenti fiat devono essere agevolati rispetto al carrozziere con 2 dipendenti? Non fanno semnpre capo al contratto collettivo dei metalmeccanici?

    Report

    Rispondi

  • robe

    07 Ottobre 2010 - 11:11

    Chi le ha detto che i contestatori fanno parte della CGIL?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog