Cerca

Arrestati due latitanti

Gianluca Prinno a Napoli e Francesco Di Fresco a Palermo. Un altro smacco per camorra e mafia

Arrestati due latitanti
Brutto giorno per la criminalità organizzata. I carabinieri del nucleo investigativo di Napoli hanno arrestato il boss latitante Gianluca Prinno, del clan del centro storico del capoluogo campano. L’uomo, 27 anni, è ritenuto un elemento importante della criminalità organizzata della città. Pregiudicato, Prinno era ricercato dal 25 maggio scorso quando era scampato a un blitz anticamorra.
I militari dell'arma gli hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare per associazione a delinquere, rapina aggravata, detenzione e porto illegale di armi. Il provvedimento è stato emesso dalla magistratura napoletana su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

A Palermo, invece, la squadra mobile ha arrestato il latitante Francesco Di Fresco, 53 anni, sfuggito alla cattura 15 anni fa. L'uomo sarebbe affiliato al mandamento di Corso dei Mille-Brancaccio e viene indicato come uno dei cinque ricercati di cosa nostra piu' pericolosi della città siciliana. Nel 1995, a Di Fresco, era stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare per omicidio premeditato, sequestro di persona e distruzione di cadavere.
L'uomo è stato trovato in un appartamento vicino all'ospedale Villa Sofia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petergreci

    07 Ottobre 2010 - 15:03

    I latitanti quando vengono arrestati è tutto merito delle ronde padane, la polizia, carabinieri e magistratura che indaga (anche con le famigerate intercettazioni) sono inutili.

    Report

    Rispondi

  • babylon 5

    07 Ottobre 2010 - 15:03

    State attenti che tanto poi i giudici li liberano, e' normale.

    Report

    Rispondi

  • rofiori

    07 Ottobre 2010 - 13:01

    Avanti così. Bisogna eliminare dalla vita sociale le persone di M.......da come questi due Str.....zi. W le forze dell'ordine. Ciao Roberto

    Report

    Rispondi

blog