Cerca

Ritrovato senza vita il corpo di Paolo Marchini

Il disperso del nubifragio di lunedì, l'operaio è stato individuato alla foce del torrente Chiaravagna

Ritrovato senza vita il corpo di Paolo Marchini
Salgono a quattro le vittime del nubifragio che lunedì scorso ha funestato la Liguria e la Toscana. Dopo le tre donne cinesi annegate in un sottopassaggio a Prato, quest'oggi è stato rinvenuto senza vita il corpo di Paolo Marchini, 44 anni, l'operaio disperso lunedì pomeriggio a Genova.
Il cadavere dell'operaio è stato ripescato in mare questa mattina dalla capitaneria di porto alla foce del torrente Chiaravagna. Il riconoscimento è stato effettuato dal fratello della vittima. La salma è stata trasferita all’Istituto di medicina legale dell’ospedale San Martino di Genova, dove sarà sottoposto ad autopsia. Il pm che indaga sulla morte dell’uomo è Francesco Pinto, titolare con il procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico del fascicolo per disastro colposo aperto dopo l’alluvione. Marchini lavorava in una cava a Panigaro, lungo il torrente Chiaravagna.

Trapani - Non hanno per il momento avuto successo le ricerche della guardia costiera di Trapani, da 24 ore a caccia di Marcello Cusimano. Il vigile del fuoco palermitano di 44 anni è disperso da ieri mattina, da quando cioè il suo gommone alla deriva era stato avvistato a un paio di miglia da Sam Vito Lo Capo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • poiuyt

    10 Ottobre 2010 - 07:07

    Presso la Procura di Genova esercita il PM Francesco Pinto. Il citato soggetto spende una fortuna in consulenze. Basti pensare al procedimento penale presso il Tribunale di Genova 1067/96/21 nel quale ha corrisposto suo perito Roberto Peroncini Lire 700 milioni circa per una consulenza che e' stato accertato valere circa 50!! Tale e' infatti stata la decisione della Corte di Cassazione. Cosa è successo al Pinto dopo questo "errore"??..... i colleghi lo hanno eletto presidente della giunta ligure della ANM. Dopo tale folle spesa, con assoluta incoerenza il Pinto ha dichiarato, dopo aver mentito sul numero di telefonate intercorse tra lui ed il capo della Digos, di aver usato la notte di G8 di Genova in qualita' di PM di turno il suo cellulare invece di quello in uso al suo ufficio "per non gravare sulle tasche dei cittadini..." Che parsimonioso! ha commesso un "errore" da oltre 600 milioni di lire ma ha poi "risparmiato" forse 10 Euro!! Ma che bravo! Come premio i colleghi lo hanno eletto Presidente della giunta ligure della ANM. Un bel 10 e lode a tutti i magistrati genovesi !!!! Magistrati VERGOGNATEVI VERGOGNATEVI. Altro che apertura dell'anno giudiziario con ermellino...... fate ridere i polli !!!!! e piangere gli italiani.

    Report

    Rispondi

blog