Cerca

Meno incidenti stradali, ma le vittime salgono

I dati dell'Asaps sui primi nove mesi del 2010: in autostrada 246 morti (+14,4% rispetto al 2009) in 12.704 impatti (-1,3%)

Meno incidenti stradali, ma le vittime salgono
Diminuiscono gli incidenti stradali ma aumentano le vittime. Sono questi i dati della preoccupante "inversione di tendenza" forniti dall'Asaps, Associazione amici sostenitori polizia stradale. Secondo il report, che si riferisce ai primi nove mesi del 2010, sulla rete autostradale italiana gli incidenti sono diminuiti dell'1,3%, mentre le vittime sono aumentate del 14,4%. I morti sono stati infatti 246 (di cui 7 bambini), 31 in più dello stesso periodo dell'anno precedente. Gli incidenti sono stati 24.451, a fronte dei 24.785 dei primi nove mesi del 2009. Sono diminuiti anche i feriti, pari a 12.704 (contro i 12.873 del 2009). Molti incidenti mortali sono dovuti a sbandamento o tamponamento, ma resta da valutare, fa sapere l'Asaps, l'incidenza di "fattori come la stanchezza, l'alcool, l'uso di droghe".

Secondo, invece, l'ultimo rapporto Istat/Aci, quasi 6 incidenti su 10 sono attribuibili direttamente o indirettamente alle prestazioni della propria vista. In altre parole, basterebbe un controllo più frequente della propria vista per poter eliminare questo problema. Con questo scopo l'Ottica Avanzi, leader nelle catene di ottica italiana, ha promosso una campagna di sicurezza visiva stradale dal titolo "Non guidare a fari spenti. Se vedi bene guidi meglio". Il testimonial della campagna - presentata dall'azienda insieme all'onorevole Mario Valducci, Presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati - è il noto ballerino Kledi Kadiu. Ecco il video che promuove questa campagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog