Cerca

Frosinone, vigilantes aggredito

Il posto era riservato alla polizia ma l'automobilista voleva parcheggiare lo stesso. Nella discussione che è seguita l'uomo ha avuto un infarto. È grave

Frosinone, vigilantes aggredito
Vigilantes all’ospedale Umberto I di Frosinone. L’uomo aveva detto che non si poteva parcheggiare in quel posto perché era riservato alla polizia ed è stato aggredito. “Lei non sa chi sono io” avrebbe detto il guidatore che si è qualificato come dirigente dell’Asl. Sarebbe poi sceso dalla macchina e sarebbe iniziata una discussione accesa e spintoni. La guardia giurata è improvvisamente caduta a terra, colpito da un infarto.
Tutto questo è avvenuto alle 9 di questa mattina 14 ottobre. Il vigilantes, 54 anni, non ha ancora ripreso conoscenza. Le sue condizioni sono critiche.

Prima di sentirsi male, è riuscito a scattare una foto dell’auto con il telefonino, da cui è visibile la targa. Gli agenti della squadra mobile di Frosinone stanno cercando di risalire al proprietario del mezzo che potrebbe corrispondere all’aggressore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chaim

    15 Ottobre 2010 - 08:08

    Che senso ha quello che lei ha scritto? p.s. polizzzziotto si scrive con 4 z

    Report

    Rispondi

  • Ice72

    14 Ottobre 2010 - 14:02

    Adesso sicuramente tutto verrà minimizzato, visto che l'aggressore è un dirigente del 118, se la vittima fosse stato un poliziotto, l'aggressore adesso sarebbe in camera di sicurezza con una bella denuncia di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

    Report

    Rispondi

  • NMRIC

    14 Ottobre 2010 - 12:12

    Litigano (chi lo dice ?) Si è sentito male e poi accasciato e non ha più ripreso conoscenza (come ha fatto a raccontare il fatto ?). Ha fotografato la targa. Ha anche detto (a chi ?) che l'altro si è presentato come un funzionario ASL. PF, chiarire, troppa confusione.

    Report

    Rispondi

  • renatic

    14 Ottobre 2010 - 12:12

    Si sta profilando una terribile verità:non c'è più nessun0 che rispetta il prossimo e le funzioni relative.Tutti si credono autorizzati a criticare ed a non accettare qualsiasi cosa si faccia per non parlare di Santoro che dopo quello che si dice nella sua trasmissione a senso unico. ha anche il coraggio di protestare se il direttore generale della Rai lo sospende per 10 giorni.Io lo avrei sospeso per due mesi visto il comportamento offensivo avuto verso lo stesso.Come fa la Rai ad accettare un comportamento del genere?qualche anno fa lo si sarebbe allontanato dalla rai per sempre.Mah.Non parliamo poi della Magistratura che non fa altro che liberare delinquenti comuni dando loro punizioni che non superano i tre anni e quindi non mandandoli in carcere.Qualcuno chiama questo garantismo,io direi calarsi le braghe,oppure gli avvocati sono più abili dei PM.Mah.

    Report

    Rispondi

blog