Cerca

La terra trema ancora tra Rieti e L'Aquila

Registrate 18 scosse, tutte tra i 2 e i 3.3 gradi Richter. Protezione Civile in allerta

La terra trema ancora tra Rieti e L'Aquila
La terra continua a tremare tra Rieti e L'Aquila. Sono diciotto le lievi scosse registrate tra mercoledì e giovedi nella zona del centro Italia. L'epicentro è sempre lo stesso, tra i paesi laziali di Borbona, Cittareale e Posta e l'abruzzese Montereale. Tutte comprese tra i 2 e i 3.3 gradi della scala Richter, il più delle volte sono state avvertite solo dai sismografi. In un paio di occasioni, alle 8:47 e alle 12:23 di martedì, i terremoti hanno superati il terzo grado di magnitudo (rispettivamente 3.3 e 3.1), e la popolazione le ha nettamente percepite. Molte sono state, di conseguenza, le chiamate alle forze dell'ordine, decine di persone sono scese per strada.

Secondo l'Ingv, Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia, altri tre terremoti erano stati registrati già martedì, ma sono stati tutti fenomeni di lieve potenza (non più di 2.5 gradi della Richter).

Il Commissario delegato per la Ricostruzione dopo il terremoto del 6 aprile 2009, Gianni Chiodi, sta seguendo costantemente l'evolversi di questa nuova sequenza sismica. La Protezione Civile, sia a livello che a livello regionale, sta monitorando la situazione: sono pronti ad intervenire nel caso in cui insorgano problemi tra la popolazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    20 Ottobre 2010 - 16:04

    Quella zona ormai balla da diverso tempo,qualcosa è successo nelle faglie che circondano quei luoghi.Esse continuano a dare segno di attività ed a liberare energia.Speriamo non ci sia il grande botto,nessuno potrebbe saperlo. A questo punto bisognerebbe chiedere a quel tecnico ricercatore che si gloriava di avere previsto il terremoto catastrofico della scorso anno a L'Aquila. Sarà aumentato il gas radon,secondo le tesi del Tale? A questo punto dovrebbe dircelo ,visto la sua perspicacia nel prevedere i terremoti. Ora potrebbe assurgere agli onori della cronaca. "Ora parrebbe sì sua virtù!"

    Report

    Rispondi

blog