Cerca

Finanziere di Pavia: "Mai avuto in cambio niente"

La procura ha fatto richiesta di custodia in carcere. Lui si difende:" l'ho fatto solo per un amico come Amadori"

Finanziere di Pavia: "Mai avuto in cambio niente"
"Mai avuto nulla in cambio, nè denaro, nè favori di qualsiasi tipo". Si difende così, davanti al gip di Milano, il finanziere di Pavia agli arresti domiciliari, per aver usato il sistema informatico della Gdf, per passare informazioni su personaggi noti della politica e dell'economia al giornalista di Panorama, Giacomo Amadori: "non pensavo di fare cose illecite, agivo solo per aiutare Amadori che conosco da anni grazie ad amici in comune" - dichiara Fabio Diani davanti al giudice Roberta Nummari. Poi è la volta dell'avvocato difensore, Giovanna Ceccoli, la quale spiega come a fronte di una richiesta della procura di custodia in carcere (il gip poi ha desciso i domiciliari), valuterà, solo in seguito,  se chiedere al giudice la revoca della misura dei domiciliari per un provvedimento meno afflittivo.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robe

    21 Ottobre 2010 - 18:06

    Andrebbe premiato, ce ne sono così pochi!

    Report

    Rispondi

  • robe

    21 Ottobre 2010 - 18:06

    evidentemente non conosce la legge sulla privacy.

    Report

    Rispondi

  • SENATORI

    21 Ottobre 2010 - 18:06

    Ma perchè questo finanziere viene accusato ? Per aver spifferato quello che guadagnano personaggi legati alla sinistra? Ma la legge in Italia non è uguale per tutti ? Non mi sembra proprio!

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    21 Ottobre 2010 - 15:03

    A quando la solerzia verso gli informatori di altri quotidiani? L'illegale va combattuto , sempre, indipendentemente dalla simpatia!, diversamente si usano due pesi e due misure.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog