Cerca

Maltempo: alpinista disperso

Il tempo ostacola i soccorsi. Temperature in picchiata e neve fino a 1000 metri in tutto il Nord. In Valtellina le piste aprono prima

Maltempo: alpinista disperso
L'aria fredda proveniente dal nord sta portando maltempo sull'Italia e un progressivo abbassamento delle temperature. Da ieri sera, si sono verificate precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporali di forte intensita', accompagnate da forti raffiche di vento, sulle regioni del Sud e del Nord Italia. Previste anche nevicate sulle zone alpine e prealpine, con quota neve iniziale intorno ai 1.400-1.600 metri, in abbassamento nella giornata di domani, fino a 900-1.100 metri, in estensione anche sui rilievi appenninici settentrionali. Forti venti previsti per oggi in Sardegna e sulla Sicilia.
Un alpinista è disperso da ieri sera in Val Badia. Era partito per un'escursione al rifugio Puez (
2.475 metri) e non è più tornato a casa. Le nevicate rendono difficili le ricerche e gli elicotteri del 118 non riescono a volare.

Cime bianche - Prima neve sui monti del lago Maggiore. E' nevicato la scorsa notte e mattinata di oggi fino attorno i 1.200 metri quota, come al Pian Cavallo, alle spalle di Verbania. Una decina di centimetri al Mottarone ( 1460 metri) e al Pian Cavallone (1600). A Bormio (1225 metri) sono caduti 80 centimetri di neve fresca, 40 a Livigno e Madesimo. Il freddo dovrebbe continuare per un paio di giorni e gli operatori turistici confermano l'apertura antecipata degli impianti sciistici al 6 novembre.

Neve in Valle d'Aosta - La notte scorsa ha nevicato in Valle d'Aosta sopra i 1.300 metri di quota. Le precipitazioni, di lieve entità, hanno interessato in particolare la zona sud-occidentale della regione, tra il Monte Bianco e le valli del Gran Paradiso. Non sono segnalati problemi alla viabilità. Le temperature sono in calo fino a domani. Nei giorni seguenti è atteso tempo sereno con rialzo delle temperature.

Dolomiti - Neve fino a 1.000 metri di quota e i passi Stelvio, Rombo, Pennes e Stalle chiusi per motivi di sicurezza: il Trentino Alto Adige la nuova settimana è iniziata con un anticipo d'inverno che sta causando non pochi problemi alla viabilità. Molti automobilisti viaggiano infatti ancora con le gomme estive. Le strade di montagna sono però percorribili solo con attrezzatura invernale. Nel corso della giornata le nevicate saranno in attenuazione. Fino alla sera si prevedono da 20 a 50 cm di neve fresca, localmente anche di più. Davvero invernali le temperature in montagna: a 2000 m -3, a 3000 m -7 gradi. Gli abitanti di Cortina si sono svegliati circondati da una spruzzata di neve.

I danni del salernitano - A Torre Orsaia (Sa) le forti pioggie della notte hanno fatto straripare il fiume Bussento in località Calleo, allagando le zone circostanti. In mezzo all'acqua diverse abitazioni e tre famiglie sono rimaste a lungo isolate prima di essere salvate dai soccorritori. Anche l''ufficio tecnico del comune e la farmacia del paese sono stati allagati. I danni si aggiungono a quelli del maltempo di una ventina di giorni fa.

 


















Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog