Cerca

Napoli, assalto a furgone portavalori: uccisa una guardia

E' successo a Casoria, nello scontro a fuoco sono rimasti feriti, un altro vigilantes e un cliente della banca

Napoli, assalto a furgone portavalori: uccisa una guardia
Agguato sanguinario all'interno di una filiale Unicredit. L'obiettivo era un furgone portavalori: il bilancio è di un morto e due feriti nello scontro a fuoco tra guardie giurate e malviventi. Il fatto è successo a Casoria, nel napoletano. Secondo gli investigatori, circa alle 10.30, 4 o 5 malavitosi aveano seguito il furgone portavalori, che portava i soldi per una banca di via  Guglielmo Marconi. I banditi sono entrati nella filiale seguendo le guardie con il denaro.

Dinamica - Le guardie hanno reagito sparando, ma ad avere la peggio è stato uno di loro, che è morto nello scontro a fuoco. Sono rimasti feriti, un altro vigilantes e un cliente della banca. I banditi si sono dileguati con il bottino, che al momento non è ancora quantificabile.


















Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mrotto

    26 Ottobre 2010 - 21:09

    sono veramente spaventato...................... le persone sono legate così tanto a i soldi da togliere la vita a chi per lavoro ne trasporta molti e che ne percepisce molto pochi considerato i tempi che corrono e il riscio, la responsabilità . é un lavoro veramente rischioso e nn si può lavorare con queste paure senza poi evere la possibilità di poterci tutelare, lavorando freneticamente per cercare di fare tutti i punti segnati sul foglio di servizio.insomma per cercare di fare il lavoro per il quele siamo pagati e con il quale manteniamo i nostri bambini. in questo caso è andato molto male al collega e alle persone a lui care ma molto spesso veniamo aggrediti investiti picchiati per rubarci l'arma. quando piantoniamo siamo soli indifesi se andiamo a vedere il regolamento. abbiamo un arma che nn serve a nulla dato che impugnarla potrebbe avere conseguenze sul nostro lavoro. insomma sono confuso fate qualcosa tutelateci e dateci una qualifica lo meritiamo. grazie

    Report

    Rispondi

  • oldcaesar

    26 Ottobre 2010 - 14:02

    Povertà e poco giustificati privilegi blindati, disperazione, malversazione dilagante, istituzioni inadeguate, confusione socioeconomica e legalità a chiazza di leopardo: questi i primi risultati evidenti. Si torna alle rapine in banca. Un capitolo che credevo ormai chiuso e che ho anche subito sulla mia pelle tanti anni fa. Occorre una vera perequazione sociale, PREVENIRE e punire severamente i cattivi esempi che scendono dall'alto, oltre ovviamente tutti gli altri. Più buonsenso e meno odi a senso unico. più fatti e meno teatrini. Più lavoro concreto e meno virtualità. Usare meno i computers e un po' di più le braccia e il cervello in autonomia dai vari network.

    Report

    Rispondi

  • francesco371

    26 Ottobre 2010 - 12:12

    Io sono una guardia giurata pensate che la vigilanza privata in italia si è fermata alla legge del 1931 solo in italia mentre in europa le guardie giurata sono adeguate alle nuove leggi mentre in Italia moriamo rischiamo tutti i giorni e nessuno ci aiuta lo stato è assente!

    Report

    Rispondi

blog