Cerca

Sarah, il sindaco: "Basta assedio mediatico"

Stop alle dirette tv dalle case Scazzi e Misseri. Continuano le indagini: trovata una traccia di sangue sulla sdraio di Michele

Sarah, il sindaco: "Basta assedio mediatico"
Il sindaco di Avetrana, Mario De Marco, ha deciso che da mercoledì le telecamere non potranno più sostare davanti alle case delle famiglie Scazzi e Misseri. I vigili, su delega del primo cittadino, potranno notificare ai rappresentanti delle emittenti televisive il divieto di sostare davanti alle due abitazioni. "Non si tratta ancora di un'ordinanza - spiega il vicesindaco Alessandro Scarciglia - ma di un invito agli organi di informazioni di allentare l'assalto mediatico. Non si lamenta solo la famiglia Misseri ma anche i vicini di casa. La presenza di giornalisti e regie mobili delle tv in via Deledda dura ormai da due mesi. Questa situazione deve finire - aggiunge Scarciglia - ma metteremo a disposizione degli operatori dell'informazione il parcheggio del palazzetto dello Sport, che in linea d'aria dista non più di 50 metri da casa Misseri".

Si cercano le tracce - Nel delitto Sarah Scazzi spunta una traccia di sangue. L’hanno trovata i Ris durante il sopralluogo del 15 ottobre sullo sdraio su cui dormiva da tempo Michele Misseri. Lo stesso giorno è stata trovata un impronta, catalogata come biologica, sulla Seat Marbella usata dal reo confesso per portare via il corpo della nipote. Questi elementi, insieme al cellulare della 15enne, i tamponi prelevati dal cadavere di Sarah e il dna, sono sotto il controllo dattiloscopico, biologico, chimico e informatici. Per i risultati bisognerà aspettare almeno 30 giorni.
I Ris stanno facendo degli accertamenti anche su due corde trovate nella campagna dope Misseri ha nascosto il corpo della nipote.

Indagini – Dopo gli interrogatori ad amici e parenti dello zio Michele, si sta aspettando le decisioni del gip sulla richiesta di perizia psichiatrica e incidente probatorio per Misseri, rinchiuso nel carcere di Taranto in isolamento. La procura sta cercando nuovi elementi a carico di Sabrina come richiesto dal gip Martino Rosati. "Diversi rimangono i punti oscuri relativi al possibile coinvolgimento di altri soggetti" scrive il magistrato che poi aggiunge "resta da verificare la posizione degli altri familiari".
Ieri, gli inquirenti e il medico legale Luigi Strada, sono stati alla casa di via Grazia Deledda, per verificare alcune ipotesi investigative. Il procuratore aggiunto di Taranto, Pietro Argentino, e il sostituto Mariano Buccoliero hanno poi  ascoltato informalmente la moglie di Misseri, Cosima, su alcuni particolari non ancora chiari sulla ricostruzione di quanto accaduto quel 26 agosto.

Silenzio - "Sono stati due mesi terribili, nei quali nella prima parte Concetta ha chiesto aiuto anche a voi giornalisti facendo di tutto per tentare di trovare sua figlia - ha detto il legale della famiglia Scazzi, Walter Biscotti - Oggi Concetta ha bisogno di riservatezza, di molta serenità, per aspettare serenamente la verità su questo grave episodio".
La mamma della 15enne ha però inviato una lettera che verrà mostrata questa sera a Matrix. "Geova è al mio fianco. Ho fiducia in lui quando dice 'Fate posto all'ira, la vendetta è mia" scrive Concetta e dice di credere nalla risurrezione come momento meraviglioso perché potrà riabbracciare Sarah.
Massimo Giletti, conduttore dell'Arena, ha risposto alle polemiche sullo sciacallaggio madiatico: "Nessun mea culpa: oggi la tv è più veloce dell’etica e le telecamere fanno parte della vita". Ha poi aggiunto che "parlare di Avetrana non è di per sè‚ 'pornografia televisiva': dipende da come si tratta il caso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nonae

    27 Ottobre 2010 - 10:10

    Quando arrivano i RIS sui luoghi dei vari delitti, riprende il rimescolamento dei tasselli ed aumenta la confusione, che avvantaggia gli indagati e/o i presunti colpevoli. Chissà quali sorprese i superesperti (?) ci riserveranno stavolta! Per me, gli AUTORI dello scempio di Sarah MERITEREBBERO LA STESSA, IDENTICA FINE NEL POZZO. Inoltre il comportamento dei Misseri è stato ed è tuttora di una glacialità, di un autocontrollo, di un distacco rabbrividenti. Anzi lo zio si è mostrato il più umano e vulnerabile tra tutti i membri. Si stenta a credere che una famiglia (?) possa essere in tal guisa: la piccola, candida ed innocente Sarah era un agnello in un branco di lupi. Ed abbiamo timore degli estranei....

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    27 Ottobre 2010 - 01:01

    ...non si è mai visto peggio;accorrono in massa nel luogo del delitto,con la bassa scusa di vorele dire una preghiera? Ma quanto spettacolo da GF....!! Il Sindaco doveva predere provvedimenti prima,cacciare la mandria imbufalita con gli idranti.Come mai quando una persona ha bisogno di aiuto,perchè aggredita per strada,fuggono tutti vigliaccamente ed accorrono invece nel luogo di un delitto,intasando strade ed a tormentare le famiglie colpite? Genia caprona!

    Report

    Rispondi

  • Brinetta

    26 Ottobre 2010 - 18:06

    dei pianti improvvisi di padre e figlia Misseri ...(quelli di quest'ultima sembrano più finti e mal recitati ...!), al di là di questo guazzabuglio di colpi di scena e non, di una cosa sono convinta e mi chiedo: " Ma questa gente, i Misseri, hanno un'anima ?" Non ho mai notato un momento di disperazione, di dolore, di ansia per la sorte di quella creatura. Nei primi giorni dopo la scomparsa e durante tutto il periodo prima della confessione, non c'è mai stato un momento di dolore per lei.Ti sparisce una parente così assidua nel frequentare la tua casa, al punto d'esser considerata una figlia e una sorella, e non c'è traccia di disperazione, dolore e preoccupazione ...? Comincio a pensare, come dice giustamentre qualcuno, che ci sono persone senza anima e di conseguenza privi di emozioni e di amore. E già questo non è un grave indizio di colpevolezza nei riguardi di Sara?

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    26 Ottobre 2010 - 17:05

    sembra un finanziamento con rate, questa pseudo inchiesta, che spero abbia un finale meno confuso e pacchianamente regalatoci in questo periodo. Siamo alle comiche finali, in una disgrazia che si sta trasformando giorno dopo giorno in una serie incredibile di colpi di scena, che non dovrebbero essere. Da quando il ris, o uffici simili, han messo piede anzi gomiti e fianchi all'interno delle inchieste, si è formata una classe di investigatori che sembra camminare con il paraocchi...se non con il bastone bianco. Dopo due mesi dal fatto, perquisiscono la casa del confesso.....e poi trovano tracce di sangue su un letto (ammesso che sia della vittima, ci possiamo aspettare di tutto e di più) e poi nella confusione totale assistiamo all'evoluzione del banco avvocati da timidi professionisti di provincia in starlette da tv, con ayyeggiamente e toni conffidenziali da far pena! Se non ci fosse una morte, questa sarebbe una commedia grottesca con attori e comparse degne del miglior Brecht

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog