Cerca

Bruciò Tricolore, denunciato

L'uomo che una settimana fa ha dato alle fiamme la bandiera italiana è stato identificato e accusato per vilipendio

13
Bruciò Tricolore, denunciato
Quell'immagine aveva scandalizzato tutti. Una settimana fa un uomo durante una manifestazione non autorizzata alla rotonda di via Panoramica, dopo essersi arrampicato su un ulivo, aveva bruciato il Tricolore sostenendo che, chi vuole i rifiuti a Terzigno (Na), calpesta la bandiera italiana. Dopo sette giorni è stato identificato e denunciato, in stato di libertà, per vilipendio al simbolo e adunata sediziosa.

Si chiama S. A., 30 anni, ed è uno dei manifestanti che continuano a presidiare il territorio per protestare contro l'apertura della seconda discarica a Cava Vitiello. A denunciarlo, gli agenti del commissariato di Torre Annunziata.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • prodomoitalia

    02 Novembre 2010 - 10:10

    al di là del cretino che ha bruciato il Tricolore stupisce l'eterno silenzio della "sciura rosetta" Probabilmente non ritiene la" monnezza " (come la chiama lei ) un fatto che la riguardi. Se penso che abbiamo rischiato di averla quale Presidente della Rebubblica mi viene da piangere.

    Report

    Rispondi

  • gian65

    30 Ottobre 2010 - 08:08

    solito sistema : se i politici della lega si puliscono il culo con il tricolore oppure certi ministri cantano " abbiamo un sogno nel cuore bruciare il tricolore" niente , lo hanno detto in un contesto politico. se e' uno di noi cittadini e' un delinquente che va denunciato. questa e la democrazia del nano.

    Report

    Rispondi

  • marcoscaglia

    30 Ottobre 2010 - 07:07

    Leggo che i monnezzari, invece di difendere il tricolore a loro caro, si chiedono perchè Bossi abbia potuto offerndere la bandiera italiota senza conseguenze. Bossi ha attaccato pubblicamente il tricolore in due occasioni, e per il primo caso è stato condannato ad 1 anno e 4 mesi di carcere (pena sospesa) per villipendio, mentre per il secondo caso a 3000 € di multa. Ora spero che anche per i protagonisti campani, perchè i casi sono stati più di 1, scattino le condanne, come dovrebbero scattare le condanne a pagare i danni causati ai camion incendiati, ed alle altre devastaioni. Sono invece incalcolabili i danni d'immagine che i monnezzari della provincia di Napoli hanno provocato in tutto il mondo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media