Cerca

Alitalia, Antitrust dà l'ok a Cai

"Ma scelta tariffe sia ampia"

Alitalia, Antitrust dà l'ok a Cai
Via libera dell'Antitrust a Cai sull'operazione Alitalia-Airone, Ma ci sono una serie di condizioni da rispettare: prima di tutto la nuova Alitalia dovrà garantire un'ampia scelta tariffaria e il 10% (almeno) dei biglietti dovrà essere offerto alla tariffa economy più conveniente tra quelle praticate lnella precedente stagione da Alitalia e Airone sulla medesima rotta. L'Antitrustha ha inoltre fissato al 3 dicembre 2011 la data entro la quale dovrà stabilire il successivo termine per la cessazione di eventuali situazioni di monopolio.
Cai dovrà inoltre attivare unnumero verde gratuito dedicato alla gestione dei disservizi (cancellazione o grave ritardo dei voli) nonchè uno spazio informativo sul sito internet dedicato all'andamento dell'operativo dei voli: il cliente dovrà poter evincere, al di là di ogni dubbio, lo stato del proprio volo. E attraverso un servizio di messaggistica per cellulari Cai dovrà informare in tempo reale ll'utente che ne faccia richiesta sulla situazione del proprio volo. Viene così garantita una migliore fruizione e trasparenza delle condizioni del servizio.
Per quanto concerne gli indennizzi in caso di cancellazione del volo, la nuova compagnia di bandiera dovrà prevedere il pagamento di un indennizzo, proporzionale al prezzo del biglietto pagato: l'jndennizzo andrà anche previsto in caso di ritardo superiore a 2 ore sul previsto orario di atterraggio. In questo modo verrà favorito un miglioramento del livello qualitativo del servizio. "Queste misure integrano l'impegno, presentato da CAI e reso obbligatorio dall'Autorità", sottolinea l'Antitrust, "sempre per la durata di tre anni, di predisporre un programma di frequent flyer, tale da assicurare ampia copertura delle rotte nazionali e internazionali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    04 Dicembre 2008 - 11:11

    Scrivo Sindacalisti che introitano circa 5/7 miliardi l anno con PIL? Mentre i lavoratori sono in parte costretti visto che al prossimo concorso e allora? Depenalizzare gli scioperi politici e fare pagare il conto a CAI o a società dello Stato che pagherà il cittadino in città per il caos arrecato e il conto salato e pantalone? Bravo Giudici e Casta, incastrati sempre l operaio e pensionato prigionieri in città nelle città estere? vincenzoaliasilcontadino@gmail.com Matera Ps 24 anni, Commissario Edilizia e Trasporti

    Report

    Rispondi

blog