Cerca

Csm: "Berlusconi ha leso il prestigio della magistratura"

Il Consiglio difenderà il pm del processo Mills Fabio De Pasquale, definito dal Premier "famigerato"

Csm: "Berlusconi ha leso il prestigio della magistratura"
Il presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, con le sue parole alla festa del Pdl a Milano, ha leso il prestigio della magistratura e del pm del processo Mills Fabio De Pasquale. E' la decisione a cui sono giunti i membri della Prima Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, che hanno votato a maggioranza per l'intervento a tutela del pm milanese. L'unico a votare contro la "discesa in campo" del Csm è stato il laico in quota Lega Nord Matteo Brigandì.

Berlusconi aveva definito "famigerato" il pm milanese, che rappresentava l'accusa nel caso Mills. Nel corso delle prossime riunioni, quindi, i relatori di questa pratica (ossia il laico di centrosinistra Guido Calvi, presidente della Commissione, e il togato del Movimento per la Giustizia Roberto Rossi) dovranno redigere un testo che poi sarà sottoposto al vaglio del plenum del Csm.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Al-dente

    11 Novembre 2010 - 14:02

    bruno osti, dimenticavo, citi lei le statistiche delle sanzioni effettuate nel 2009 dal CSM, visto che è così informato e ci dica anche di che gravità sono, voglio proprio divertirmi.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    11 Novembre 2010 - 14:02

    Bruno osti, lei proprio non vuol capire, cosa importa quanti ne hanno smaltiti se ne hanno una montagna in attesa per i lunghi riti giudiziari che effettuano e per gli scarsi orari di lavoro che fanno? Come le dicevo le altre nazioni ne svolgono di meno perché non hanno da smaltire un bel niente, riesce a capirlo questo? Inoltre fra quelli che i nostri giudici smaltiscono ci sono pratiche che sono scadute perché non le hanno smaltite, di conseguenza entrano a far parte dei numeri che dichiarano aver smaltito, in un modo o nell’altro, pur essendosi limitati solo a chiuderle definitivamente, chiaro? In quanto alle sanzioni sono del tutto inesistenti con il nostro CSM, sono più rare delle mosche bianche e quelle effettuate è noto che sono passaggi di grado o altre destinazioni per il semplice motivo che non possono infrangere la regola dell’indipendenza del giudice e il suo licenziamento, cosa nemmeno presa in considerazione. La cosa è stranota a tutti gli italiani perché ogni volta si ha notizia di ciò sulle nostre cronache, quindi le statistiche non indicano un bel niente, tanto meno il merito della sanzione e la sua pesantezza. In quanto a lavaggio di cervello quello ce l’ha solo il suo sostenitore fdrebin che crede che facendo da contro canto e tentando di ridicolizzare riesca a piegare l’avversario, povero fesso! Ne ha da mangiare di pane e cipolla!

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    11 Novembre 2010 - 12:12

    non se la prenda con Al Dente. Lui e' solo la dimostrazione di quali danni provocano anni di lavaggio del cervello. La dimostrazione del fatto che se racconti una balla per un tempo sufficientemente lungo, questa diventa vera e non smentibile. Alla fine uno crede che il problema non sia la febbre, ma il termometro che la segnala. E si convince che abolire i termometri puo' essere un'ottima idea per non avere piu' la febbre.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    10 Novembre 2010 - 23:11

    Si può parlare e diffamare liberamente solo su Berlusconi e lui non deve replicare. Se tocca alle persone della Magistratura, sono guai. Bella democrazia! Ma...come mai sono intoccabili anche quando sbagliano? come mai i risarcimenti per i loro errori li devono rimborsare gli italiani? perchè sono di una lungaggine infinita nei processi di gente insignificante mentre per determinati politici sono superveloci?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog