Cerca

Uccide la nipote di soli due mesi

Orrore a Napoli. L'omicida con turbe psichiche

L'uomo ha ucciso con un grosso coltello da cucina mirando alla gola.
Uccide la nipote di soli due mesi
Orrore in provincia di Napoli, a Monte di Procida. Un uomo ha ucciso con una coltellata alla gola la nipotina di due mesi. La piccolina, che era stata affidata alla nonna, è morta sul colpo.

L'omicida, Raffaele Spinelli, 29 anni - hanno riferito le forze dell'ordine - ha delle turbe psichiche (è attualmente in cura in un centro di igiene mentale) e problemi di droga alle spalle. Al momento dell'arresto si è chiuso in un agghiacciante silenzo e non ha opposto la minima resistenza.

A rendere ancor più terribile l'omicidio è la prima ricostruzione dei fatti. I genitori di Sofia, la neonata uccisa, erano usciti per delle commissioni affidando la bimba alla nonna. Al momento del raptus di Spinelli, sembra che la bambina fosse in grembo alla nonna. L'omicida avrebbe cominciato a dare in escandescenza, chiedendo che gli fosse affidata Sofia. La nonna ha acconsentito, ma quando la bimba ha cominciato a piangere ha chiesto che le fosse restituita. Spinelli ha così respinto la madre, facendola cadere a terra. Ha impugnato un grosso coltello da cucina e lo ha affondato nella gola della piccola. I soccorsi non sono serviti a nulla. La madre di Sofia ha appreso della tragedia una volta tornata a casa.

Raffaele Spinelli soffriva di psicosi bipolare, ovvero alternava stati di maniacalità a fasi depressive. Ma secondo i medici "non si è trattato di una situazione di allarme non ascoltata: nulla faceva presagire nulla del genere", ha spiegato il responsabile dell'Unità Operativa di Salute Mentale di Pozzuoli (dove il ragazzo era da tempo in cura).


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    15 Novembre 2010 - 23:11

    affidare una piccola a una anziana e con uno con turbe psichiche circolante in casa?povera piccola!

    Report

    Rispondi

  • lontasavio

    15 Novembre 2010 - 19:07

    certe persone (soprattutto quelle in cura perche' malate), vanno (e andranno prese sempre) con i guanti, certe liberta' non devono essere concesse senza un minimo di avvertenza, perche' l'istinto folle delle persone e' sempre dietro l'angolo. un po' piu' di attenzione (contando fino a 10..) puo' risolveri la vita spesso.

    Report

    Rispondi

  • RANMA

    15 Novembre 2010 - 11:11

    Pura IDIOZIA dire :"Nulla faceva presagire i fatti accaduti" Sappiamo tutti benissimo che la mente umana è IMPREVEDIBILE di suo,anche nelle persone senza turbe si possono scatenare azioni imprevedibili figuriamoci quelli che di TURBE soffrono.. Io penso sempre per natura che "TUTTO può sempre accadere" non escludo mai niente a priori,altro che la pazzia innata dei cavalli.. Ma come si fa a fidarsi così?Forse io soffro di paranoie ma non dò mai nulla per scontato e vi assicuro che ho evitato molti problemi.

    Report

    Rispondi

blog