Cerca

Teschio in Curia: "Solo una bravata"

Un giovane si confessa con un sacerdote a Cassano Ionio: "Sono stato io"

Teschio in Curia: "Solo una bravata"
Una bravata, ma protetta dal segreto confessionale. Si risolve così il giallo del teschio lasciato davanti al portone della Curia vescovile di Cassano Ionio (Cosenza) e ritrovato ieri mattina. L'autore dello "scherzo" di pessimo gusto ha confessato la sua responsabilità confessandosi con un sacerdote e autorizzando la divulgazione della notizia. Secondo la nota della curia, "il giovane ha ammesso tra le lacrime d'essere stato l'autore del gesto, del quale si è mostrato dispiaciuto e pentito, chiedendo ed ottenendo cristiano perdono".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    15 Novembre 2010 - 23:11

    e il teschio,di chi era???

    Report

    Rispondi

blog