Cerca

Il governo risponde: sette arresti a Reggio

Dopo le accuse di Saviano altra retata sugli appalti in Calabria: in manette anche un imprenditore

Il governo risponde: sette arresti a Reggio
Saviano accusa, il governo risponde. Questa mattina all'alba a Reggio CalabriA e in alcuni centri della provincia la Dia ha portato a termine l'arresto di sette persone: un imprenditore e sei ritenute appartenenti ad un'organizzazione criminale che secondo l'accusa controllava e si spartiva gli appalti per l'esecuzione di lavori pubblici, dalla rete fognaria alla pubblica illuminazione. Gli arrestati, affiliati alle cosche Libri e Condello, tra il 2003 ed il 2007 si sarebbero divisi lavori per un totale di cinque milioni di euro. I lavori controllati dalle cosche erano stati appaltati dal Comune e dalla Provincia di Reggio Calabria e da alcuni comuni della provincia.
Emesse anche trenta misure interdittive nei confronti di altrettanti imprenditori accusati di avere costituito un cartello per spartirsi gli appalti. Nessun amministratore pubblico o esponente politico risulta indagato.

Che numeri - L'operazione, denominata Entourage, era partita circa due anni fa. E' solo l'ultima di una forte campagna anti-criminalità condotta in prima persona dal ministro degli Interni Roberto Maroni insieme ai vertici delle forze dell'ordine. Da maggio 2008 a luglio 2010 sono stati catturati 6.483 mafiosi o sospettati di collusione: una media di 8 al giorno. Ed è salito a 681 il numero di criminali sottoposti al carcere duro, regolato dall'articolo 41 bis. Notevole anche l'ammontare dei beni confiscati alle cosche: 32mila (5mila confische definitive), per un valore di 15 miliardi di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • DAVIDEPSY

    17 Novembre 2010 - 21:09

    In effetti questa non è una risposta a Saviano, e non deve esserla assolutamente, il problema evidenziato da Saviano è che di mafia a nord ce n'è molta, non sta ferma in Sicilia, così la camorra, non sta solo a Napoli, è scontato ma qualcuno fa le orecchie da mercante, rigirando i discorsi, cambiandone completamente il senso.

    Report

    Rispondi

  • babylon 5

    17 Novembre 2010 - 16:04

    pensa quanti soldi hai rubato al tuo datore di lavoro tutto questo tempo. Tu si sei un ladro patentato, con una istruzione nefanda e di bassa lega. Tu sei un vero ladro a tutti gli effetti.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    17 Novembre 2010 - 15:03

    Poi sarebbero le indagini su berlusconi che scattano ad orologeria, capito... :) Su questi sette arresti indagavano da due anni e li hanno arrestati oggi. Firulì firulà...

    Report

    Rispondi

  • ubik

    17 Novembre 2010 - 15:03

    la relazione al Parlamento della Direzione investigativa antimafia (Dia) riferita al primo semestre 2010 confermerebbe per filo e per segno quanto denunciato da saviano. Informatevi, pecorelle smarrite.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog