Cerca

Emergenza rifiuti: Napoli respira, Palermo brucia

Fondi di 150 milioni in arrivo per le discariche campane. Incidenti e rochi nel capoluogo siciliano

Emergenza rifiuti: Napoli respira, Palermo brucia
La Campania respira, Palermo brucia. L'emergenza rifiuti si sta però spostando nel capoluogo siciliano, dove è stata un'altra notte di incidenti e tensione. Incendiati una decina di cassonetti per la spazzatura, soprattutto nella zona di Falsomiele, quella più danneggiata dalla mancata raccolta dei rifiuti. I cittadini hanno appiccato il fuoco ai cumuli di immondizia ed ai cassonetti. Non sono mancati atti si vandalismo: l'auto di un muratore romeno è stata incendiata per motivi ignoti. Nei giorni scorsi i cittadini palerminati erano scesi in piazza per protestare contro gli atti di minaccia e violenaza.

Intanto il Il Consiglio dei ministri arriva in soccorso della Campania dando il via libera al decreto legge per l'emergenza rifiuti che cancella la seconda discarica di Terzigno, quella di Cava Vitiello, dopo la nuova ondata di proteste degli abitanti del Comune del parco del Vesuvio. Il decreto prevede la cancellazione anche delle cave di Valle della Masseria a Serre, in provincia di Salerno, e di quella di Andretta, ad Avellino. Verranno inoltre stanziati fondi per la compensazione ambientale per un importo di 150 milioni di euro.

Tensione a Terzigno - Nel tardo pomeriggio, tre bombe a mano sono state rinvenute dalla polizia nei pressi della discarica di Cava Sari, a Terzigno. I tre ordigni, di fabbricazione jugoslava, erano nascosti nella vegetazione in via Zabatta nei pressi del locale 'Il Rifugio', dove nelle settimane scorse sono avvenuti scontri ed aggressioni agli agenti. Le tre bombe avevano "una grande potenzialità di attacco nei nostri confronti", ha dichiarato il questore di Napoli, Santi Giuffrè.

Ma nella mattinata di giovedì ha tenuto banco la visita del segretario Pd, Pierluigi Bersani, a Palazzo Chigi. Bersani si è recato nella sede del governo per discutere del problema rifiuti in Campania e per illustrare la ricetta del suo partito. Stupito il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, che ha definito "irrituale" la mossa del segretario Pd. Il titolare del Viminale ha però aggiunto che anche "se non so se fosse mai successo qualcosa di simile, noi siamo sempre pronti a raccogliere buone proposte". La "bozza Bersani" prevede che i termovalorizzatori campani non vengano affidati alle amministrazioni provinciali. "Ho messo in guardia l'esecutivo su questa scelta", ha spiegato Bersani. "Quella della provincializzazione degli impianti", ha concluso, "non è la strada giusta per uscire dall'emergenza e tornare alla legalità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    20 Novembre 2010 - 15:03

    mettere le cinture di sicurezza ed altre amenità di viver civile che ci vedono obbligati in ogni dove in giro per il belpaese, e che, arrivando sotto il vesuvio svaniscono come neve al sole. Non è qualunquismo, è solo constatazione di uno stato di fatto. E come si vede a napoli, dicasi lo stesso a palermo...che esploderà presto ed anche a roma.....ma da terzigno in poi il centro della discussione è in campania e da l malgrado i 150 milioni di euro siamo da capo a dodici. Quando vedremo i napoletani urlare a squarciagola l'indignazione dello schifo per strada? quando vedremo i napoletani urlare la rabbia verso chi ha speso 700.000 euro per un concerto utilizzando soldi destinati allo sviluppo dlla UE e che adesso l'italia, e non napoli, dovrà restituire? facciamola finita con la sensibilità di zona e latitudine,e cominciamo a bacchettare le colpe che ci sono, di qualsiasi colore e zona siano. Se berlusconi sbaglia lo dico, come per tutti, l'intelligenza è trasversale basta averla!

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    20 Novembre 2010 - 14:02

    se afferma che io non abbia idee circa la spazzatura di napoli, dimostra di non aver letto post precedenti sulla medesima notizia, di circa un mese fa. trovo pressapochismo il concetto di chi non ha idee perchè non segue il problema....io, da italiano a tutto tondo, posso solo dire che a napoli, causa del nodo della discussione, non ci sono state le manifestazioni viste a terzigno per la discarica (perchè a loro non conveniva, visto che la colpa di tutto è la loro). Accusare berlusconi del fatto che a napoli continui a fermentare pattume indifferenziato lo trovo pretestuoso e politicamente scorretto (al di la delle promesse non mantenute); Se le leggi vigenti venissero messe in pratica (ricorda le multe sul gettare spazzatura non differenziata e fuori orario?) ci sarebbero meno sacchetti per strada. Che poi a napoli (salerno ne è la prova a pochi chilometri) si ritrovi incapace di fare raccolta indifferenziata dimostra una indolenza che, mi scusi, tipica. Come non usare il casco non

    Report

    Rispondi

  • therock

    19 Novembre 2010 - 20:08

    io mi ritengo molto educato e per niente razzista e lo si può essere anche se si è siciliani per parte di madre; io le idee su come risolvere il problema dei rifuiti a napoli non ce le ho non occupandomi del problema, piuttosto lei accusa gli altri di non averle però non mi pare ne proponga una...quanto al razzismo...se lei accusa bassolino o qualunuqe altro politico per elton john o altre nefandezze la seguo, posso anche appoggiarla e non la ritengo per niente razzista però la invito a rileggersi un pò di suoi post a cominciare da quelli in cui parla latini...quando si generalizza, si parla di ipocrisia a suon di mandolino, di buttatori di pattume di professione, di popolo di facinorosi non si attaccano singole persone ma un intero popolo in maniera indiscriminata e questo io lo chiamo razzismo senza per questo avventurarmi in giudizi sulla sua indubbia intelligenza...la saluto

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    19 Novembre 2010 - 18:06

    Chiedi a Tulliani, c'è un'inceneritore nel centro di Montecarlo.Chi meglio di lui può confermare le parole dello scienziato?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog