Cerca

Aeroclub come Auschwitz: "Il volo rende liberi"

A Treviso montata una scritta che richiama quella all'ingresso del campo di sterminio: è bufera

Aeroclub come Auschwitz: "Il volo rende liberi"
"Pessimo gusto". "Inciviltà dell'immagine". Sono questi i commenti più diffusi nei confronti dell'Aeroclub di Treviso, che ha fatto realizzare sulla cancellata dell'aeroporto Canova una scritta che richiama quella presente all'ingresso del campo di sterminio di Auschwitz (nella foto). E così, da mercoledì, i lavoratori vengono accolti, esattamente come i prigionieri del nazismo, dalla scritta "Fliegen macht frei", ossia "Il volo rende liberi". Scritta con gli stessi caratteri della più famosa "Arbeit macht frei", ossia "Il lavoro rende liberi". La notizia viene pubblicata dal quotidiano "La Tribuna di Treviso". Le reazioni all'iniziativa dell'Aeroclub, ovviamente, non si sono fatte attendere.

Riccardo Calimani, storico e scrittore, presidente del Museo nazionale della Shoah di Ferrara, ha affermato: "Trasecolo due volte: per la caduta di stile e per l'inconsapevolezza con cui probabilmente è stata compiuta l'iniziativa. Evocando una frase nazista che irride la vittima non capiscono che offendono se stessi. E' un segno di insipienza, viene banalizzato un simbolo e un linguaggio, chiaramente riconducibile alla derisione del prigioniero, che poi veniva ammazzato". Secondo Elia Richetti, capo della comunità ebraica del capoluogo veneto, "c'è una pericolosa tendenza a banalizzare il messaggio, che ricorda l'Olocausto di milioni di persone, per scopi totalmente diversi".

Umberto Lorenzoni, presidente dell'Associazione partigiani, è infuriato: "E' sconcertante. Abbiamo superato il limite. Vorrei capire dove sono le autorità? - si chiede - Dov'è la Procura della Repubblica, tanto solerte nel denunciare ed oscurare il sito internet che calunnia il governatore Zaia? Non è altrettanto offensivo usare in questo modo la memoria dell'Olocausto nazifascista? Dove sono le autorità?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • degrel0

    20 Novembre 2010 - 14:02

    ...un bel paio di ceffoni ma anche Toscanoclassico non si tira indietro!

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    19 Novembre 2010 - 18:06

    Mi auguro che l'autore di quella scritta voli veramente, ma senza aereo.

    Report

    Rispondi

  • TOSCANOCLASSICO

    19 Novembre 2010 - 18:06

    Sarà sempre peggio perché la non cultura propagandata dalla Lega comporta il ritorno dei disvalori nazisti. Andare a fare rutti nella cattedrale di Monaco non è goliardia, è disonore, usare citazioni naziste non è un refuso, è ignoranza!

    Report

    Rispondi

  • schnee

    19 Novembre 2010 - 16:04

    Madò,per una semplice scritta, andiamo a chiamare il Padreterno...Qui tutti si offendono, basta essere ebrei, gay, no Tav, no Dal Molin, no vita, no global, che scatta la trappola della discriminazione, dell'infamia perpetua, del decadimento morale, dell'imbarbarimento e dell'abbruttimento sociale...Basta, o Gesù! Le regole del marketing moderno parlano chiaro: sparala grossa e vedrai che arrivano in tanti. Bene o male purchè se ne parli...Invece solo in Italia scattano polemiche e basta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog