Cerca

A Firenze studenti su ponti e cupola del duomo

Occupato il capolavoro del Brunelleschi. Altra protesta clamorosa dopo Colosseo e Torre di Pisa

A Firenze studenti su ponti e cupola del duomo
Un altro simbolo della cultura italiana finisce nel mirino della protesta studentesca. Dopo Torre di Pisa, Colosseo, Mole e San Marco, tocca alla cupola del Brunelleschi del duomo di Firenze ad essere occupata da un gruppo di ragazzi. I giovani, al termine della manifestazione contro la riforma Gelmini partita da Palazzo Vecchio e snodatasi per le vie del centro, sono riusciti a salire sul cupolone srotolando uno striscione con scritto "l'università non è in vendita". In precedenza, qualche centinaio di studenti aveva bloccato i ponti sull'Arno, compreso il celebre Ponte Vecchio pieno di turisti, mandando in tilt il traffico cittadino.

Venerdì, al campus universitario di Novoli, si erano registrati incidenti prima e durante l'incontro cui partecipava il sottosegretario Daniela Santanchè.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovannib

    30 Novembre 2010 - 16:04

    e pio si chiedono come mai tanti italiani lavorano all'estero. Perché sono quelli che hanno capacità e voglia di impegnarsi. Purtroppo in Italia rimangono i soliti c......mi

    Report

    Rispondi

  • marfie66

    30 Novembre 2010 - 09:09

    E' singolare notare come chi fino a poco tempo fà si stracciava le vesti per il caso "Pompei" urlando e colpevolizzando ora chiude gli occhi se un ammasso di scimmeie urlatrici si arrampica sui nostri monumenti.. e cosa dire di tutti questi paladini della cultura??? Se gli interessasse veramente la cultura protesterebbero di Domenica mattina, così da garantire le lezioni durante la settimana!!! Mio figlio è più di sette giorni che non entra a scuola.. i veri tagli alla cultura sono questi!!! Giorni e giorni di lezione persi in assemblee, riunioni, cortei, occupazioni!!! Vergogna roba da neosessantottini, preotestare è lecito in democrazioa è sicuramente un diritto, ma non può ledere il diritto di chi vuole studiare seriamente.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    29 Novembre 2010 - 01:01

    Che vadano a studiare con diligenza e profitto che non sanno un C****ZO..Se continuano così il piu' lurido dei marocchini gli passa avanti.

    Report

    Rispondi

  • maurizio52

    28 Novembre 2010 - 23:11

    Se la riforma non vi va lasciate tutto come è ora x' non ci sono soldi.Forse non avete capito che c'è 1 crisi mondiale?Gli alluvionati hanno seri problemi e sarebbe molto + civile vedere che invece di salire sui tetti(strumentalizzati da chi vuole solo creare caos)invece vada ad aiutare chi veramente ha bisogno d'aiuto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog