Cerca

Valanghe assassine, morti 4 escursionisti

Tre alpinisti travolti in Valcamonica, il quarto sul monte Cusna. Cordoglio di Formigoni

Valanghe assassine, morti 4 escursionisti
Erano le 16 quando al passo del Mortirolo, in Valcamonica, una valanga ha travolto tre uomini impegnati in un'escursione. C'era anche un quarto uomo, che è riuscito a dare l'allarme. Dopo circa un'ora di ricerche i soccorritori hanno trovato, in gravissime condizioni e in stato di ipotermia, due dispersi. Uno è morto poco dopo, mentre l'altro, dopo il costante massaggio cardiaco dei medici, ha raggiunto l'ospedale, dove però non ce l'ha fatta.

Il messaggio di Formigoni -
Il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, ha mandato un messaggio di cordoglio alle famiglie delle vittime, residenti nel bergamasco, nella zona di Treviglio: "Con grande dolore ho appreso la notizia della morte delle tre persone travolte tragicamente dalla slavina caduta sul passo del Mortirolo in Valcamonica. A nome della Regione Lombardia esprimo la vicinanza alle famiglie in questo momento di durissima prova".

In Emilia Romagna - Nella mattinata di sabato un'altra slavina ha travolto due escursionisti su un passo del monte Cusna (il Passone). Uno dei due non è sopravvissuto, mentre l'altro versa in condizioni disperate. Le operazioni di ricerca dei due dispersi sono state frenetiche, e sono stati trovati, sepolti sotto quasi due mteri di neve, in un canalone. le loro condiziooni erano gravissime. Marco Balbarini, 49 anni (di Maranello, in provincia di Modena è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Andrea Costi, 34 anni di Toano in provincia di Reggio Emilia, è stato trasportato all'istituto Maggiore di Parma, dove è spirato poco dopo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emilioq

    29 Novembre 2010 - 07:07

    Non sono le valanghe a essere assassine ma sono gli uomini che sono sconsiderati! Non può essere che la natura ogni tanto si ribella? Chi ama il rischio sono affari suoi; il male è che mettono a repentaglio gli eroi che vanno in loro soccorso! Smettiamola una buona volta di incolpare la natura, è l'uomo e soltanto lui la rovina di tutto il sistema!

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    29 Novembre 2010 - 07:07

    Non sono le valanghe a essere assassine ma sono gli uomini che sono sconsiderati! Non può essere che la natura ogni tanto si ribella? Chi ama il rischio sono affari suoi; il male è che mettono a repentaglio gli eroi che vanno in loro soccorso! Smettiamola una buona volta di incolpare la natura, è l'uomo e soltanto lui la rovina di tutto il sistema!

    Report

    Rispondi

blog