Cerca

Suicida il prete pedofilo smascherato dalle Iene di Italia1

L'uomo di chiesa non sopportava più il peso che gli gravava sulla coscienza

Suicida il prete pedofilo smascherato dalle Iene di Italia1
Si è suicidato il prete pedofilo denunciato dal programma televisivo "Le Iene". Il sacerdote era stato colto in flagranza di reato grazie alla collaborazione di un gancio mentre molestava i giovani fedeli che gli si rivolgevano per un supporto spirituale. S.R. non era nuovo a questo comportamento: infatti era già stato già rimosso dal suo incarico e assegnato a una casa di cura. Evidentemente l'onta del suo comportamento gravava al punto da spingere l'uomo a compiere il gesto definitivo. Si è ucciso ieri mattina gettandosi sotto un convoglio ferroviario in transito tra Milano e Brescia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Roberto P.

    30 Novembre 2010 - 19:07

    Ritengo che il personaggio in questione non si sia ucciso per il rimorso del male compiuto, e tanto meno per un problema di coscienza o un risveglio di consapevolezza del proprio ruolo di religioso, oh, no! Ricordo perfettamente il suo atteggiamento, il tono sprezzante da lui adottato quando gli autori del servizio delle "Iene" lo hanno affrontato e gli hanno contestato quanto commesso: NON ERA PENTITO, E LA SUA ARROGANZA DERIVAVA DALLA CERTEZZA DELL'IMPUNITA' E DELLA COPERTURA CHE LE AUTORITA' DELLA CHIESA GLI AVREBBERO DATO. A mio parere il prete si è ucciso soltanto per la rabbia, la vergogna, lo sputtanamento, e soprattutto perché lo smascheramento in TV gli avrebbe impedito a di continuare a fare quello che faceva prima, e cioè approfittare della sua posizione per abusare dei giovani, della loro inesperienza e immaturità, rovinandoli senza scrupoli per la vita. Inutile che ora i moralisti d'accatto se la prendano con le "Iene"... UN PRETE PEDOFILO IN MENO NON E' UNA GRAN PERDITA.

    Report

    Rispondi

  • ebasca

    29 Novembre 2010 - 18:06

    Se sono minimamente uomini questa morte non può non pesare come un macigno sulla coscienza degli ideatori del programma "Le Iene". A nessuno dev'essere negata, anche dando per scontata la colpevolezza, una speranza di rinascita umana.

    Report

    Rispondi

  • akita

    29 Novembre 2010 - 18:06

    Parole sante Ercole, condivido pienamente . Nessuno lo ha aiutato e questo è grave nella chiesa ! Fortunatamente questo Papa sta dando uno scossone non indifferente, ma credo che duri poco, lo costringeranno a dimettersi e le pressioni ci sono già . Un grosso problema è il matrimonio dei sacerdoti ; se potessero sposarsi ci sarebbe un crollo di questi episodi e tanto altro ( vedi pedofilia ) .

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    29 Novembre 2010 - 17:05

    al superiore che aveva pensato in questa maniera di mettere a tacere la cosa, o di salvarlo. Certe cose vanno curate, non al buio di una cella in penitenza, ma con specialisti e con la piena consapevolezza di un reato. Non si può assolutamente coprire una porcheria del genere, soprattutto quando ci si nasconde dietro un abito che ha un significato fatto di migliaia di anni e che merita da parte di tutti, ma soprattutto da parte di chi lo indossa, RISPETTO e coerenza. Una persona è morta, pace all'anima sua (è difficile vivere, ma credo che uccidersi implichi una disperazione grandissima) e ora chi di dovere, ne tenga conto per il futuro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog